L'arte nascosta della Pinacoteca in cinque capitoli

Bari
dal 24 giugno 2017 al 24 settembre 2017 alle ore 09:00

​Dal 24 giugno al 24 settembre​ "Piccole mostre preziose". Rarità e inediti in esposizione a cadenza quindicinale

Indirizzo lungomare Nazario Sauro 27

L'arte nascosta della Pinacoteca in cinque capitoli
n.c. © n.c.

Dal 24 giugno al 24 settembre la Pinacoteca metropolitana Corrado Giaquinto ospiterà Piccole mostre preziose. Rarità e inediti della Pinacoteca metropolitana di Bari.

Si tratta di un'iniziativa articolata in cinque tappe espositive a cadenza quindicinale, pensata per far conoscere al grande pubblico opere d’arte di grande interesse, ma non sufficientemente note o in alcuni casi mai esposte prima, riunite da un tema o da un autore comune.

I cicli espositivi
Il primo appuntamento è dedicato a I bambini e il loro mondo, dal 24 giugno al 16 luglio, con opere di Francesco Netti, Francesco Galante, Raffaele Belliazzi, Gaetano Stella, Rosa Tosches e altri.

Farà seguito, dal 19 al 27 luglio, Il fascino dell’Oriente negli artisti pugliesi tra Otto e Novecento, un percorso incentrato sul filone orientalista che ha interessato anche la pittura e la scultura pugliese, con lavori di Antonio Piccinni, Michele De Giosa, Angelo Cives e Francesco Netti.

Per agosto sono previste delle proposte monografiche su due grandi esponenti della pittura meridionale: si parte da Francesco Saverio Altamura e la pittura di storia, dal 29 luglio al 10 agosto, con l’esposizione dello spettacolare dipinto La X Legione, mai esposto a Bari, e del bozzetto raffigurante Mario vincitore dei Cimbri; a seguire Le donne di Vincenzo Irolli, dal 12 agosto al 7 settembre, un affascinante percorso dedicato all’universo femminile, rappresentato in diverse delicate tele del pittore napoletano, qualiLa preghiera, La lettura e La bambola in castigo. L’ultimo appuntamento riguarda I dipinti meno noti di Francesco Netti, dal 9 al 24 settembre, e porterà in esposizione opere da tempo non esposte in Pinacoteca, tra cui il monumentale Sant’Effremo e due studi di San Giuseppe Calasanzio.

I commenti
«L’obiettivo di questa iniziativa – dichiara Francesca Pietroforte, consigliera metropolitana delegata ai beni culturali - è rifuggire dalla moda ormai dominante del selfie di fronte all’opera importante ed uscire dal museo senza un arricchimento e senza un approfondimento adeguato del valore artistico e storico dell’opera stessa. Noi abbiamo invertito la logica offrendo mostre temporanee, anche inedite, capaci di incuriosire e fidelizzare i nostri visitatori e attrarre vari target di pubblico».

«L’idea di piccole mostre temporanee non è una novità – ha spiegato Clara Gelao, direttrice della Pinacoteca –. Per esempio, nella Galleria degli Uffizi di Firenze o nella Pinacoteca di Brera, hanno l’abitudine di esporre in piccole mostre opere che hanno nei depositi, anche una sola opera, sulla quale richiamano l’attenzione del visitatore. Per questa iniziativa abbiamo scelto opere dell'ottocento e del novecento per la maggior parte conservate nei nostri depositi e che meritano di essere mostrate al pubblico, anche perché alcune di esse sono inedite».

Informazioni
La Pinacoteca metropolitana Corrado Giaquinto ha sede a Bari, al IV piano dell'ex Palazzo della Provincia in via Spalato 19 (ingresso anche sul lungomare Nazario Sauro 27).

Informazioni al numero 080 5412421 e alla mailpinacoteca@cittametropolitana.ba.it.

Orario di apertura: dal martedì al sabato dalle 9 alle 19, domenica dalle 9 alle 13. Chiusa il lunedì e nelle festività infrasettimanali. La biglietteria chiude 30 minuti prima dell’orario di chiusura.

Prezzi d'ingresso: intero 3 euro, ridotto 50 centesimi. Ingresso gratuitoogni prima domenica del mese.

Al cinemaVedi tutti