Terra degli ulivi

Concorso nazionale A1* di salto ostacoli e campionati regionali giovani cavalli

Ruvo di Puglia
dal 10 novembre 2017 al 12 novembre 2017 alle ore 00:00

Evento volto a celebrare l’allevamento autoctono e a mettere in piedi una vetrina sul mondo degli atleti equini, nella scuderia dove è cresciuto Ares, cavallo che ha partecipato ai Mondiali di Lanaken​

Indirizzo Terra degli ulivi

Concorso nazionale A1* di salto ostacoli e campionati regionali giovani cavalli
Terra degli ulivi © Terra degli ulivi

Il 10 novembre ricorre l’anniversario della scuderia Terra degli ulivi. Tre anni fa, infatti, il presidente Antonio Mastrorilli decise di destinare ai concorsi ippici otto dei 15 ettari estesi nel Parco nazionale dell'Alta Murgia - già noti sul territorio per la produzione dell’olio extravergine di oliva e per la fattoria didattica -, portando il circolo di Ruvo di Puglia a crescere di livello fino ad ospitare, lo scorso luglio, i Campionati Centromeridionali di dressage.

Per festeggiare la ricorrenza, il comitato organizzatore pugliese ospiterà, dal 10 al 12 novembre, un concorso nazionale A1* di salto ostacoli, che include in programma i campionati regionali giovani cavalli. Un evento senza precedenti. In campo, cavalli di 4, 5, 6 e 7 anni.

L’iniziativa è volta a celebrare l’allevamento autoctono e a mettere in piedi una vetrina sul mondo degli atleti equini “in erba”, proprio nella scuderia dove è cresciuto Ares, cavallo che, acquistato a quattro anni da Mastrorilli, ha partecipato ai Mondiali di Lanaken sotto la sella del barese Davide Cantatore, per poi essere venduto al toscano Emilio Bicocchi. Con Ares, il cavaliere azzurro ha rappresentato l’Italia nei Campionati d’Europa di Göteborg 2017 e nella recente finale del circuito Fei Nations Cup di Barcellona. Ha firmato un 4° posto nel GP dello Csio Calgary e si è inserito nella top ten del Gran Premio della Coppa del mondo di Verona. Successi che condiscono il talento di Bicocchi con un “aroma” pugliese.

Dai cavalli ai cavalieri, pugliese “doc” è Lorenzo De Luca, numero 4 nel mondo, atleta di punta della nazionale e fenomeno azzurro che ha contribuito, quest’anno, alla tanto sospirata vittoria dell’Italia nella Coppa delle nazioni di piazza di Siena, dopo 32 anni dall’ultimo successo tricolore.

Accanto alla punta di diamante De Luca, Puglia annovera atleti come Francesco Franco (rappresentante azzurro in numerose Coppe delle nazioni), Simona Gigante (un tempo rappresentante azzurra oltreconfine con un palmares che vanta anche una partecipazione allo Csio di piazza di Siena, sotto la guida di Raimondo D’Inzeo), Luca Calabro e Gianluca Caracciolo (cavalieri noti in Italia e all’estero), e l’enfant prodige Domenico Carlino (allievo di Caracciolo, che a soli 15 anni ha disputato cinque Gran Premi vincendone due).

Al cinemaVedi tutti