Ferrotramviaria e i nuovi orari

Leonardo Matera LiveYou - Cronaca
Andria - giovedì 05 ottobre 2017
Ferrotramviaria e i nuovi orari

Dopo quasi due mesi ( era il 24 luglio) dall'abolizione del limite dei 50 Km. orari sulla tratta Bitonto-Bari , il 16 ottobre entra in vigore il nuovo orario " nell'ottica di allineare le partenze ed eliminare i ritardi", come recita il sito di Ferrotramviaria, che, evidentemente, viene aggiornato da un furbastro laureato alla Patacconi il quale ritiene che, modificando gli orari, si eliminino i ritardi. Ma le sorprese del circo "Ferrotramviaria" non finiscono qui.

Dopo aver abolito il limite dei 50 Km. orari, l'estensore dell'orario ferroviario ha cominciato a trascorrere notti insonni. C'era qualcosa che non andava. Se abbiamo abolito il limite di velocità sulla tratta Bari-Bitonto, si chiedeva, come mai il tempo impiegato a percorrerla è uguale a quello di prima, quando c'era il limite?

Il poveretto, ossessionato da questa domanda, ha passato l'intera estate, restando al lavoro a tentare di risolvere l'enigma che nemmeno la Sfinge avrebbe potuto porre, tanto era di difficile soluzione.

Con l'arrivo dei primi freddi, evidentemente, i suoi neuroni, surriscaldati dallo stress, hanno trovato giovamento e , con esso , la soluzione di un problema che appariva irrisolvibile.

"L'orario! Basta modificare l'orario, riducendo i tempi di percorrenza tra le stazioni interessate e il problema è risolto!". Così, da una brillante intuizione sono nate le più grandi invenzioni.

Così si spiega il motivo per cui sono passati quasi due mesi per giungere alla pubblicazione del nuovo orario. Ma c'è qualcosa che non torna.

Col nuovo orario da Bari Centrale a Bitonto (Via Aeroporto) ora si guadagnano 4 minuti, ma da Bitonto a Bari Centrale (sempre via Aeroporto) il tempo è lo stesso di quello vecchio, cioè 28 minuti.

Sempre col nuovo orario , da Bari Centrale a Bitonto (Via Palese) si guadagnano 3 minuti, mentre al ritorno se ne guadagnano solo due, rispetto al vecchio.

Il geniale estensore, senza saperlo, ha scoperto una nuova legge della Fisica " Il tempo impiegato a percorrere più volte una stessa distanza, e a parità di condizioni, varia in base all'umore ".

Il nuovo orario ha subito suscitato l'interesse dell'ordine degli Psichiatri.

E la storia continua... .

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti