«Un voto al Movimento 5 Stelle è un voto di trasformazione del prossimo Parlamento»

«Prevenzione e tagli ai vitalizi», in tanti ieri alla presentazione di D'Ambrosio e Quarto (M5S)

«Chiunque può rappresentare il meglio della sua categoria, dall'agricoltore al docente di scuola, dall'infermiere al netturbino. Chi è esperto del proprio settore darà sicuramente un contributo efficace in parlamento»

Politica
Andria sabato 03 febbraio 2018
di La Redazione
«Prevenzione e tagli ai vitalizi», in tanti ieri alla presentazione di D'Ambrosio e Quarto (M5S)
«Prevenzione e tagli ai vitalizi», in tanti ieri alla presentazione di D'Ambrosio e Quarto (M5S) © AndriaLive

Tanti i cittadini che ieri, al punto d’ascolto del Movimento 5 Stelle di Andria, hanno preso parte alla presentazione alla stampa dei candidati del Movimento 5 Stelle nei collegi uninominali della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per il collegio Andria - Barletta - Trani - Canosa. Dopo le Parlamentarie online, il popolo 5 stelle ha riconfermato come candidato il parlamentare uscente Giuseppe D’Ambrosio, alla Camera dei Deputati, e scelto, in base al curriculum, il prof. Ruggiero Quarto, al Senato della Repubblica.

«Un voto al Movimento 5 Stelle è un voto di trasformazione del prossimo Parlamento. Se i cittadini ci premieranno, il gruppo parlamentare di maggioranza del Movimento 5 Stelle potrà contare su un mix di parlamentari riconfermati e nuovi importanti innesti, come quello del prof. Ruggiero Quarto», ha dichiarato Giuseppe D’Ambrosio, commentando poi anche le scelte degli altri partiti: «Noi scegliamo dal popolo ed è il popolo a scegliere: chiunque può rappresentare il meglio della sua categoria, dall'agricoltore al docente di scuola, dall'infermiere al netturbino. Chi è esperto del proprio settore darà sicuramente un contributo efficace in parlamento, molto più di quello dei politici di professione che, nelle liste degli altri partiti, si sono affannati pur di avere un posto».

Presenti i consiglieri comunali andriesi, tra cui Michele Coratella che ha introdotto i candidati, la consigliera regionale Grazia Di Bari e la candidata del collegio di Corato, Bruna Piarulli.

Tanti i temi affrontati, anche su sollecitazione dei presenti, dal taglio dei vitalizi, ai finanziamenti pubblici ai partiti, dai problemi del territorio alle proposte per il futuro: «In Italia - dice il prof. Quarto, docente di Geofisica presso l'Università di Bari - siamo abituati a spendere miliardi per fronteggiare le calamità: impegnando cifre molto più basse, potremmo fare prevenzione efficace e creare posti di lavoro stabili, evitando le grandi tragedie come quelle che ci hanno colpito in questi anni».

Nel video alcuni momenti della presentazione.

Lascia il tuo commento
commenti