venerdì 11 novembre 2011 Attualità

Obbligo di licenza U.T.F. per la vendita e somministrazione di prodotti a base di alcool

Una nota a firma di Nicola Cannone del sindacato F.I.D.A. Confcommercio (Federazione Italiana Dettaglianti Alimentazione)

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
© n.c.
"In base all’art. 29 del d.Lgs 504/95 sono tenuti al possesso di licenza fiscale da richiedere all’Agenzia delle Dogane competente per territorio chiunque svolge un attività commerciale nel settore degli SPIRITI (mescita, vendita al dettaglio, commercio all’ingrosso, deposito a scopo di vendita) e di altri prodotti come liquori, vino, birra, profumeria, alcol puro e alcool denaturato.

Tale licenza è valida solo ai fini fiscali e non sostituisce altre licenze ed autorizzazioni previste per Legge.
Ricordiamo che la licenza U.T.F. per la detenzione e la vendita di alcolici è rilasciata senza scadenza alcuna. Il “permesso” è permanente e pertanto non ha bisogno di essere rinnovato.

La detenzione e la vendita di sostanze alcoliche coinvolge numerosissimi negozi, bar, locali di intrattenimento e profumerie. Gli accertamenti da parte degli uffici finanziari, pertanto, interessano un alto numero di esercenti, tutti obbligati ad essere in possesso dell’intestazione del documento: “Le licenze U.T.F. per la detenzione e la vendita di sostanze alcoliche è documento indispensabile per lo svolgimento dell’attività commerciale degli esercizi specifici.”
Il mancato possesso della licenza U.T.F. è soggetto alla sanzione amministrativa da € 258,20 a € 1.549,37.

Di seguito riportiamo un elenco di alcune tra le attività obbligate ad avere la licenza U.T.F.

- Commercio all’ingrosso di bevande alcoliche e di profumi e cosmetici.
- Commercio al dettaglio di alimentari vari, bevande alcoliche e profumi.
- Farmacie, profumerie, erboristerie.
- Ristoranti, bar, alberghi, rifugi, mense, discoteche.

Chi, tra gli esercenti, si rendesse conto, dopo attenta verifica, di non essere in possesso della licenza o di non aver ancora effettuato l’eventuale voltura, può rivolgersi direttamente agli uffici CONFCOMMERCIO di Andria – Via O. Jannuzzi 13 – tel. 0883 592635 dove oltre all’espletamento completo della pratica, si potranno ricevere ulteriori informazioni circa gli adempimenti obbligatori relativi al SETTORE ALIMENTARE e PUBBLICI ESERCIZI.
Commenta
{ "items": [{ "data_inizio": "2013/12/01", "data_fine": "2013/12/01", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/quinto-cornice.jpg", "href_immagine": "https://www.facebook.com/photo.php?v=10200778094078546&set=vb.638337366217227&type=2&theater", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#0A1622", "top":"180" }] }