Social

Andria - giovedì 25 ottobre 2012 Attualità

Progetto promosso dall’Associazione Tecnici Sanitari di Radiologia Medica di Andria

Radiologia domiciliare: domani la presentazione

Il progetto è uno dei vincitori del concorso ‘Orizzonti solidali’ ed è finalizzato a permettere anche a chi è costretto al letto, agli anziani ed ai disabili, di eseguire esami radiologici

Radiologia domiciliare © n.c.
di la redazione

Sarà presto possibile per pazienti anziani, costretti al letto e disabili delle case di cura e centri d’accoglienza della provincia della BAT eseguire esami radiologici direttamente nel proprio domicilio. Prende il via, infatti, il progetto ‘Radiologia domiciliare’ promosso dall’Associazione Tecnici Sanitari di Radiologia Medica (TSRM) di Andria con il contributo della Fondazione Megamark e il sostegno di Premio BIOL , Asl BAT e il Comune di Andria.


Il progetto, vincitore del bando di concorso “Orizzonti solidali” - promosso dalla Fondazione Megamark di Trani e finalizzato a sostenere lo sviluppo di iniziative di responsabilità sociale in Puglia nel 2012 – sarà presentato alla cittadinanza venerdì 26 ottobre, a  partire dalle 10,30,  nella Sala Convegni del Chiostro di San Francesco ad Andria.

All’incontro interverranno Francesco Ventola, presidente della  Provincia Bat, Nicola Giorgino, sindaco di Andria, Nino Marmo, vicepresidente del Consiglio della Regione Puglia e presidente del Consiglio del Comune di Andria, Giuseppe Morabito, presidente nazionale TSRM volontari, Giovanni Pomarico, presidente della Fondazione Megamark, Benedetto Fucci, componente della Commissione parlamentare sanità, Giovanni Gorgoni direttore generale  della Asl BAT e Giacinto Abruzzese, presidente TSRM volontari di Andria.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo