Tutti i dettagli

​Teach me now, un'app innovativa creata da giovani menti "industriali"

Obiettivo è far “incontrare” studenti e insegnanti, tramite un’app di uso facile e immediato per ripetizioni scolastiche, con possibilità di selezionare luoghi, date, materie e orari, visualizzando con trasparenza le tariffe

Attualità
Andria venerdì 19 maggio 2017
di Michele Lorusso
​Teach me now, un'app innovativa creata da giovani menti "industriali" © n.c.

Teach me now, una nuova app tutta andriese che si pone come obiettivo di andare incontro alle esigenze quotidiane degli studenti e delle studentesse, sviluppando soluzioni che consentano loro di affrontare con maggior serenità gli anni dell’impegno scolastico. Gli ideatori intendono raggiungere tale obiettivo, facendo “incontrare” studenti e insegnanti, tramite un’app di uso facile e immediato per ripetizioni scolastiche, con possibilità di selezionare luoghi, date, materie e orari, visualizzando con trasparenza le tariffe applicate.

L’idea nasce dalla B- Together, azienda nata sotto l’egida di Junior Achievement. La B- Together è formata da Gregorio, Francesco, Nicola, Stefano e Piero, tutti studenti dell’Istituto industriale “Jannuzzi” di Andria. Un progetto ambizioso che ha consentito al gruppo di portare avanti con determinazione la propria idea, con auto finanziamenti, derivanti anche dalla vendita di gadget, che hanno permesso di acquistare un dominio per il database e pubblicare l’applicazione sull’Amazon AppStore.

Inoltre, la app è stata pubblicizzata tramite la partecipazione agli Open Days dell’istituto industriale di Andria, grazie ai quali è stato possibile far conoscere la proposta a studenti, insegnanti e genitori. Idea che è stata accolta con entusiasmo da tutti e che ha spinto i promotori a spingersi oltre con l’attività di promozione della stessa app. Infatti, il gruppo ha partecipato anche alla fiera internazionale “JA Marketplace” di Vienna, tenutasi dal 17 al 19 marzo scorsi. Il 23 maggio, i promotori parteciperanno, a Bari, alla fiera “Impresa in azione, competizione regionale Puglia”. Alla partecipazione alle diverse fiere, si aggiunge la creazione della pagina facebook e la presenza sullo store di Google e su Amazon.

Oltre a ciò, si è pensato anche di affiancare al marketplace, già esistente, una sezione nella quale è possibile organizzare lezioni gratuite per studenti poco abbienti, grazie alla disponibilità di docenti volontari che offrirebbero lezioni individuali o a piccoli gruppi, con il supporto di centri sociali e parrocchiali che metterebbero a disposizione i propri locali, previa convenzione con gli stessi. Sarà anche costituito un sistema di raccolta di donazioni per la costituzione di un fondo utile per l’acquisto di libri e materiale di cancelleria, sempre per studenti che vivono in condizioni di disagio economico.

La forza del gruppo è stata anche dettata dal ruolo svolto dal manager delle risorse umane. A tal proposito i responsabili hanno dichiarato: «Il Manager delle risorse umane si è posto l’obiettivo di valorizzare e accrescere le potenzialità di ciascuno dei dipendenti facendo leva sulle sue abilità, competenze e prerogative. I team sono stati organizzati in base alle affinità tra i membri dell’azienda, ponendo le condizioni per un lavoro senza disagi a livello personale e in modo che tutti si applicassero nei compiti assegnati esprimendo al meglio le conoscenze, competenze e abilità personali. Molto importante è stata la sana competizione, grazie alla quale sono stati raggiunti alti standard qualitativi, che hanno permesso l’aumento della produttività dei dipendenti. L’esperienza è risultata molto utile nella comprensione dei meccanismi che regolano il funzionamento di una azienda, avviando noi tutti verso un reale confronto con il mondo del lavoro. Inoltre, vogliamo ringraziare il Prof. Cosimo Giovine per l’importante supporto datoci durante tutti questi eventi».

Un’idea tutta nostrana che andrebbe sostenuta. A tal proposito, il gruppo degli ideatori cerca sponsor privati, o anche pubblici, per la partecipazione alla fiera di Bari. In cambio di un contributo economico, lo stand sarà allestito con un roll up e un cartellone riportante il nome dell’app e di tutti coloro che vorranno sostenerla.

Per info: https://facebook.com/btogetherja/?ref=bookmarks

Lascia il tuo commento