Le aziende che hanno aderito alla grande kermesse del meridione sono state 181

Radici del Sud 2015, tra i premiati il vino dell’azienda Agrinatura di Giancarlo Ceci

Ha chiuso a Bari la decima edizione della grande kermesse che celebra e premia le migliori eccellenze vitivinicole di Puglia, Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia

Attualità
Andria lunedì 15 giugno 2015
di la Redazione
dr. Giancarlo Ceci
dr. Giancarlo Ceci © andrialive

Ha chiuso oggi a Bari la decima edizione di Radici del Sud. Quest’anno le aziende che hanno aderito alla grande kermesse che celebra e premia le migliori eccellenze vitivinicole del meridione sono state 181, un record assoluto dell’edizione 2015, rappresentata dai 20 produttori dalla Sicilia, 18 dalla Calabria, 10 dalla Basilicata, 36 della Campania e 97 dalla Puglia.

I vini in concorso sono stati complessivamente 380 suddivisi in 21 categorie. I premi sono andati ai primi due che hanno ottenuto il punteggio migliore dalle due giurie, una nazionale e una internazionale, composte da 32 tra operatori, buyer, wine expert e giornalisti di settore italiani ed esteri (Per alcune batterie, con pochi vini, il premio è stato assegnato solo al primo classificato).

Tra i vincitori per la categoria Bombino sia la giuria internazionale che quella nazionale hanno tributato il primo posto a "Panascio 2014 – Castel del Monte DOC" dell’azienda “Agrinatura” di Giancarlo Ceci seguito da “Marese 2014” Castel del Monte DOC di Rivera con un ex equo con "Ratino 2014 –Puglia IGP" Tenuta Coppadoro.

Mentre per la categoria “Nero di Troia” la Giuria internazionale ha assegnato il primo premio a “Puer Apuliae 2009” –Castel del Monte DOC all’Azienda Rivera, mentre secondo posto per “Ottagono 2011” Castel del Monte Riserva DOCG di Torrevento.
 

Lascia il tuo commento
commenti