Social

Andria - sabato 11 febbraio 2017 Attualità

La nota Nicola Montepulciano

“Maledetti canisti”, deiezioni di cane in ogni dove

Le dure parole dell’ambientalista nei confronti di “padroni irrispettosi”

nicola montepulciano © AndriaLive
di LA REDAZIONE

A chi non è capitato di girovagare per la città e trovare escrementi di cane, lasciati lì da padroni incivili?

A tal proposito, giunge in redazione la nota dell’ambientalista, Nicola Montepulciano.

«Non se ne può più, la città è piena di escrementi di cani, dai posti meno frequentati ai più frequentati. Fa ancor più rabbia quando la si vede anche, e forse più, sui marciapiedi della scuole, vedi Oberdan, e degli asili come quello di via Bisceglie, dove una aiuola, e, non solo, ne è tutta piena, e poi c’è via Milite Ignoto e via Genova. Qualcosa di immondo! Ma questi sono solo alcuni esempi. Spesso molti bambini sono costretti a tornare a casa per cambiare scarpe insozzate di cacca, con conseguente ritardo a scuola; alle mamme lo schifoso compito di pulirle. Nei giorni di neve, che tutto copre, è stato impossibile scansare le cacche. La sera è ancor più difficile evitarle e te le porti a casa con tutta l’orribile puzza. Ci sono canisti di ogni ceto ed età. Laureati, diplomati e non, giovani, adulti,anziani. Taluni posseggono due o tre cani, mentre nella nostra città ci sono bambini,e non solo, che hanno bisogno di aiuto di ogni genere. Molti canisti si dilettano a far cacare i cani nelle aiuole di tutta la città: stazione, Cappuccini, monumento, ex villa comunale, che è diventata il più grande cesso per cani. Qui, poi, in barba ai divieti sono lasciati senza guinzaglio, liberi di fare quello che vogliono ovunque, nonostante ci sia l’area di sgambamento per cani. E i canisti si permettono di deridere chi ha paura dei cani. Ma perché è stata destinata una area pubblica, per la cui manutenzione tutti noi contribuiamo con le tasse, mentre i cani sono di proprietà privata? In quale altra città esiste? I canisti non possono provvedere a proprie spese? Trani, giustamente, proibisce l’accesso in villa ai cani. E non è l’unica città. Qualcuno dice che possedere un cane vuol dire amare la natura, l’ambiente. Col cavolo. Se davvero si rispetta l’ambiente perché lo si insozza lasciando ovunque merda di cani, che, oltre a quanto detto sopra, serve  a nutrire mosche e altri insetti? E, ovviamente, il canista non  rispetta nemmeno il prossimo, perché lui si tiene il cane e la merda la lascia a tutti noi. Permette al cane di bere alle fontanine pubbliche e guai ad intervenire. Non mi è mai capitato di vedere un vigile appioppare una sacrosanta multa, eppure tutto questo succede tutti i giorni, in qualsiasi ora. C’è chi si limita a dire che è un comportamento incivile. D’accordo. Ma se non si prende provvedimento alcuno, l’incivile dice: ”non mi fanno mai niente, perciò sono libero di fare quello che voglio all’infinito”.  Questo vuol dire lasciar correre, accettare la situazione, adeguarsi all’inciviltà, perciò è incivile pure lui. Per vedere la città un pò pulita dobbiamo sperare in una pioggia potentissima e prolungata. Potessi sorprendere un canista del genere, scatterei una foto e la manderei in giro per il mondo, sperando che qualche giornalista di un quotidiano che si occupa di economia riesca a vederla».

 

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
9 Commenti
  • Anna Pinna ha scritto il 11 febbraio 2017 alle 07:32 :
    Dovete vedere in via Di Ceglie sul marciapiede della scuola primaria G. Verdi... Tutti i giorni assistiamo un cagnone che esce dal cofano di un auto, libero senza museruola che fa i bisognini e poi il padrone lo chiama se ne ritorna nel cofano e va via col padrone. Tutti i giorni verso le 12.45 e la 13...E il padrone...indifferente😨
  • Francesca lobosco ha scritto il 11 febbraio 2017 alle 08:19 :
    Gentilissimo sig Nicola Montepulciano!!! In giro per il mondo dobbiamo inviare la foto delle cacche dei cani,ma anche la foto del monumento dei caduti pieno di immondizia e sporcizia ,e proprio sul monumento ci fanno la pipì e non i cani a quattro zampe!!!! Dobbiamo prima distinguersi dagli animali e poi contestarlo!!!!
  • buccianna ha scritto il 11 febbraio 2017 alle 16:24 :
    Il problema della gente che lascia escrementi del proprio cane sono molti soprattutto i più giovani che se ne fregano di raccogliere, io ho un maremmano e ogni volta che il mio cane fa escrementi anche nelle aiuole io la raccolgo e non mi vergogno a dirlo , non bisogna far tutto un erba un fascio perché c’è gente che raccoglie ovunque il cane la fa, e quella è gente che rispetta la natura e la gente , il problema della villa e che nell’area sgambamento cani c’è sempre quello che non mette al guinzaglio il proprio cane ed e un problema, perché i cani si pigliano , e anche in villa non c’è nessun divieto che ordini che con i cani non si può entrare bisogna rispettare le regole tenerlo al guinzaglio mai senza è non si creano problemi perché il cane non ha atti vandalici come vediamo in estate ragazzi che lasciano di tutto nell’erba, allora non giudichiamo solo i canisti ,ma anche altri.
  • Fulvia abbruzzese ha scritto il 11 febbraio 2017 alle 16:41 :
    Hai ragione credo che i cani amerebbero fare nella privacy le loro deiezioni come gli esseri umani Sarebbe opportuno installare toelette x cani con tanto di sciacquone... Questa si sarebbe civiltà!
    Francesco mosca ha scritto il 16 febbraio 2017 alle 21:31 :
    Ah si ? Ma a spese di chi ?
  • Papst Linda ha scritto il 11 febbraio 2017 alle 23:11 :
    non conosco la vostra situazione, ma indifferentemente di tale ,io sono davvero molto imrpessionato di cosi tanto aggressività nel generalizzare delle cose .. Non raccogliere le "merde" dei cani è incivile.. ma pensare ogni uno deve pagarsi suo "hobby" allora facciamo pagare ai ciclisti le cicalbili e ai sciatori le piste da sci.. ( e sono un danno ben piu pessante ) e cosi via. Leggo tanto di oddio nella parole di un "noto ambientalista" che da ambientalista dovrebbe in un certo verso sapere che la umanità senza sta "bestia cane" non si sarebbe evoluto fin tale punto, dove oggi certe persone per bene lo vogliono eliminare dalla societa.. come può un ambientalista amare le ville artificiali e negare alla natura (cioe il cane) il accesso in una cosa senza anima? Come può una persona sentirsi cosi superiore dei altri a nominare altri " canisti" con il scopo di degradare ?
  • Giuseppe Lovaglio ha scritto il 12 febbraio 2017 alle 21:47 :
    Egregio signor Montepulciano, intanto Le faccio i miei complimenti per il linguaggio usato. Io sono uno di quelli che Lei definisce "canista", a cui hanno anche appioppiato una multa da 50 euro ma è stato argomento di discussione in altri contesti. Mi permetto di consigliarLe tanti altri ambiti in cui scattare foto da far girare per tutto il mondo e che riguardano il malgoverno della città. Per quanto riguarda l’area di sgambamento non si illuda che viene manutenuta dalle nostre tasse, perché per la manutenzione di quel fazzoletto di terra infestato da forasacchi pericolosissimi se non letali per i cani, il comune non spende un centesimo.
  • leonardo matera ha scritto il 14 febbraio 2017 alle 16:55 :
    Ma si...deiezioni canine ovunque, scarso rispetto degli altri ma c’è il malgoverno della città..per cui va bene tutto..Ognuno è libero di fare ciò che gli pare in barba ad ogni regola di civile convivenza con l’alibi del malgoverno, dei politici che rubano. Che tristezza. Preferisco pensare, tuttavia, che per ogni cinofilo sporcaccione ce ne siano quattro educati.
  • Francesco Mosca ha scritto il 16 febbraio 2017 alle 21:29 :
    Se ha bisogno di foto mi contatti e glie ne invio quante ne vuole.
Chiudi Non visualizzare di nuovo