La nota

Piano di Azione dell’agglomerato di Andria: al via aggiornamento mappa acustica

Lopetuso: «Si prosegue nelle attività di monitoraggio ambientale al fine di controllare la qualità della vita nella nostra città, per ciò che concerne inquinamento acustico, qualità dell'aria ed elettromagnetismo»

Attualità
Andria lunedì 23 ottobre 2017
di La Redazione
traffico
traffico © AndriaLive

Prosegue l'attività dell'Arpa Puglia - Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale con il Comune di Andria per la procedura di aggiornamento del Piano di Azione della città, con il coinvolgimento dell'Assessore all’Ambiente e dei dirigenti e personale del Settore Ambiente e del Settore Lavori Pubblici.

Nei giorni scorsi c'è stato, infatti, un incontro al Palazzo degli Uffici nel corso del quale i responsabili di ARPA Puglia hanno esposto i risultati dell’aggiornamento della mappa acustica strategica, le caratteristiche salienti del redigendo Piano di Azione, le tempistiche da rispettare in vista delle scadenze future, nonché la necessità di una partecipazione “attiva” del comune per l’individuazione e conseguente realizzazione delle soluzioni migliori da mettere in atto nelle zone critiche che emergeranno dall’analisi dei dati di mappatura appena consegnata.

A sua volta il Comune di Andria ha concordato sulla necessità di una maggiore interazione con l’ARPA nella fase di definizione del piano di azione e di individuazione delle possibili misure di mitigazione, mostrandosi disponibile ad intraprendere un percorso di fattiva collaborazione. A tal fine, su richiesta dell’Agenzia, il comune inizialmente effettuerà una verifica dello stato della rete di centraline fonometriche (effettiva installazione e funzionalità) che risulterebbe nella zona urbana dal Piano di Zonizzazione Acustica e dal Piano di Risanamento Comunale (adottati nel 2010 ma mai approvati dalla Provincia): tale strumentazione, infatti, potrebbe essere utilizzata come ulteriore elemento di valutazione del Piano di Azione dell'agglomerato.

A dicembre ARPA Puglia e Comune di Andria torneranno ad incontrarsi quando l’Agenzia avrà già redatto una prima bozza delle aree critiche in base alle elaborazioni dei risultati della mappa acustica strategica consegnata a giugno 2017.

«Si prosegue nelle attività di monitoraggio ambientale - afferma l'Assessore all'Ambiente, Avv. Michele Lopetuso - al fine di controllare la qualità della vita nella nostra città, per ciò che concerne inquinamento acustico, qualità dell'aria ed elettromagnetismo.

A tutt'oggi i diversi report dell'Arpa Puglia non evidenziano alcuna criticità, e comunque continueremo nelle attività di monitoraggio per la sicurezza dei cittadini andriesi»

Lascia il tuo commento
commenti