Dal 14 al 20 novembre

DiaDay, da oggi controlli gratuiti della glicemia nelle farmacie andriesi aderenti all'iniziativa

Scoprire per tempo se si è malati di diabete o se si rischia di diventarlo è fondamentale per ridurre i disagi alle persone e i costi a carico del Servizio sanitario nazionale e dei malati

Attualità
Andria martedì 14 novembre 2017
di La Redazione
Controllo della glicemia
Controllo della glicemia © n.c.

In Italia 3 milioni 200 mila persone sanno di essere malate di diabete. Un milione di italiani è malato di diabete ma non lo sa. Molti altri sono a rischio di sviluppare questa patologia grave che comporta pesanti disagi ai malati, costringendoli a cure complicate e costose, per tenere sotto controllo la malattia.
Scoprire per tempo se si è malati di diabete o se si rischia di diventarlo è fondamentale per ridurre i disagi alle persone e i costi a carico del Servizio sanitario nazionale e dei malati.

Presentata anche a Bari ieri, nella sede dell'Assessorato alle Politiche della Salute della Regione Puglia, il "DiaDay", la prima giornata di prevenzione del diabete in farmacia.

Dal 14 al 20 novembre sarà possibile un controllo gratuito della glicemia in 629 farmacie pugliesi che hanno aderito all'iniziativa, che è promossa da Federfarma con il patrocinio della Regione e con in collaborazione di Federazione Ordini Farmacisti, intergruppo parlamentare qualità di vita e diabete, Ares Puglia, Città Metropolitana di Bair, Società Italiana di Diabetologia, Associazione Medici Diabetologi e AILD.

Ad Andria hanno aderito numerose farmacie, come riscontrabile dal sito Federfarma.

Per la Regione è intervenuto il direttore del dipartimento Poltiche della Salute, Giancarlo Ruscitti:

«Il diabete - ha detto - è ormai una condizione quasi naturale nella popolazione mondiale. I dati recenti ci dicono che il 25% di noi a livello mondiale sarà diabetico. Infatti stiamo ragionando tra medici se il diabete sia ancora una patologia cronica o non sia invece una condizione che si accompagna alla nostra vita. In particolare in altre regioni e nei paesi in via di sviluppo questi dati stanno diventando impressionanti.

La Regione vuole intervenire perché abbiamo una popolazione diabetica in crescita e stiamo lavorando con la commissione regionale presieduta dal prof. Giorgino per introdurre nuove metodiche per valutare la glicemia e per una gestione più semplice per i soggetti deboli come i bambini e gli ipovedenti. Stiamo tarando il tutto perché il punto fondamentale è l'alimentazione: il diabete si controlla oggi soprattutto controllando l'alimentazione: i primi medici sono i pugliesi.

Se noi adottiamo uno stile di vita alimentare corretto la patologia diabetica non avrà l'incidenza che ha oggi e soprattutto potremo convivere con il diabete per molti anni senza le complicanze.

La Regione Puglia – ha concluso – sta cercando con tutti gli attori del sistema, compresi i medici di base di dialogare per cercare di migliorare il sistema sanitario regionale e renderlo più efficiente. Federfarma, dopo una serie di confronti, ha compreso che collaborare con la Regione è utile ai pugliesi ed è utile ai farmacisti: questo è estremamente importante per tutti noi».

Lascia il tuo commento
commenti