La novità

Ospedale "Bonomo", a rischio il reparto di Oculistica

Sono stati trasferiti 2 dei 5 Dirigenti medici, all’ospedale "Dimiccoli" di Barletta e all’ospedale "San Nicola Pellegrino" di Trani. Non più garantite le prestazioni per scarsità di personale medico

Attualità
Andria mercoledì 24 gennaio 2018
di La Redazione
Ospedale
Ospedale "Lorenzo Bonomo" di Andria © AndriaLive

Ci sono diversi modi per smantellare un'azienda: depotenziarne i reparti, trasferire i dipendenti, apporre sempre più cavilli tecnici davanti alle soluzioni. É questo il "film", diremo drammatico, che ha come protagonista l'ospedale "Bonomo" di Andria. Già poco più di un anno fa, nel dicembre 2016, avevamo dato la ferale notizia dell'ennesima tegola sul nosocomio andriese, quando l'ex direttore generale Ottavio Narracci (a giorni si insedierà il nuovo dg Delle Donne), con un atto interno alla Asl Bt (delibera n. 2710 del 19/12/2016), sulla scorta delle indicazioni contenute in una vecchia delibera regionale 1388 del 2011, aveva deciso di provvedere alla rideterminazione delle strutture semplici e complesse, determinando di fatto la perdita, per la nostra struttura, di tre reparti già “martoriati”, l’oculistica, l’otorinolaringoiatria e la nefrologia, così come si evinceva dagli allegati alla delibera stessa.

Il colpo di grazia pare giunto per il reparto di oculistica. Nel silenzio generale, a eccezione delle obiezioni sollevate dai cinque stelle, sono stati trasferiti 2 dei 5 Dirigenti medici: il dottor Giuseppe Porcelli all’ospedale "Dimiccoli" di Barletta e il dottor Pasquale Attimonelli all’ospedale "San Nicola Pellegrino" di Trani. I 3 Dirigenti rimanenti non sarebbero in grado, numeri alla mano, di garantire il 100% delle prestazioni necessarie, anche solo a livello ambulatoriale, a un bacino di utenza ampio come quello di Andria.

Mentre pare rimanere un miraggio il "nuovo" ospedale per Andria, un pezzettino per volta si demolisce il nuovo, pietra dopo pietra, specialista dopo specialista. Chissà cosa e quanto rimarrà di un nosocomio che poteva essere davvero un polo di eccellenza, mentre invece sembra che si privilegino altre città a nostro discapito.


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pasqua Monopoli ha scritto il 27 gennaio 2018 alle 11:17 :

    Nessuno ha urlato per questo ennesimo depauperamento della nostra città? Una cittadina arrabbiata Rispondi a Pasqua Monopoli

  • Pasqua Monopoli ha scritto il 27 gennaio 2018 alle 10:51 :

    È mai possibile che nessuno abbia urlato per qmailesta ennesima depauperazione della nostra città?E’ una vergogna.Una cittadina arrabbiat. Rispondi a Pasqua Monopoli

  • Pasqua monopoli ha scritto il 27 gennaio 2018 alle 08:31 :

    State smantellando il reparto di oculistica senza tenere conto degli utenti.Smembrate pezzi della nostr citta’ per farne regalo a Barletta così come è successo per molti uffici .una cittadina arrabbiata Rispondi a Pasqua monopoli

  • DOTT. SABINO FIGLIOLIA ha scritto il 26 gennaio 2018 alle 10:48 :

    LA VERGOGNA PEGGIORE è L'INDIFFERENZA DELLA POPOLAZIONE E IL SILENZIO TOMBALE DELLA POLITICA CHE DIO CE LA PRESERVI. Rispondi a DOTT. SABINO FIGLIOLIA

  • Riccardo capoza ha scritto il 24 gennaio 2018 alle 22:57 :

    Gli onorevoli,consiglieri regionali,provinciali e il sindaco di Andria tocca a voi rispondere Rispondi a Riccardo capoza

  • Giovanni alicino ha scritto il 24 gennaio 2018 alle 20:58 :

    Bisogna ringraziare i nostri politici locali. Grazie di aver consentito di smembrare il nostro ospedale. Rispondi a Giovanni alicino

  • E.I. ha scritto il 24 gennaio 2018 alle 14:34 :

    E chi ci rappresenta? Che fa? che dice?? Rispondi a E.I.