L'intervento dell'Osservatore Civico

Andria trascurata

A proposito di viabilità cittadina...

Attualità
Andria mercoledì 07 marzo 2018
di La Redazione
Andria trascurata
Andria trascurata © n.c.

«Noi non possiamo incidere sul marmo i nomi di chi possiede, non mostrando qualcosa di veramente di suo. Gli onori si tripudiano a chi da quasi tutto di sé. Coloro che meritano onori e glorie sono quelli che non rapinano sulle navi, nelle stive profonde, colme di tutto e quanto c’è da depredare. E ben riguardandosi dall’ingiuriare i popoli più deboli e poveri.

Abbiamo notato - si legge nella nota a firma di Vincenzo Santovito, Osservatore Civico - come negli ultimi anni, nella nostra città, i nostri amministratori tutti addobbati in pompa magna inauguravano opere pubbliche, con le riqualificazioni di alcune piazze nella nostra città. Citiamo: piazza Duomo e Largo Grotte, di recente fattura. Chiunque si rechi in tale piazze deve stare molto attento al dissesto dei lastricati in quanto possono incappare in spiacevolissime conseguenze se malauguratamente si inciampi. In alcuni punti il lastricato sprofonda di diversi centimetri. Da rilevare che il piazzale grotte di recente è stato sottoposto ad un maquillage tutto particolare. Nei punti già sprofondati il lastricato è stato sostituito da breccia catramata. Uno spettacolo degno di alta genialità urbanistica. Peccato che non tutti possono ammirare tale meraviglia. Forse anche perché gli amministratori più importanti non risiedono nella nostra città. Non possiamo trascurare via Carmine. Con la chiusura di quel tratto dove è stato installato il Ponte Bailey (Ponte dei sospiri) che ha causato non pochi problemi alla viabilità e specialmente ai commercianti, facendoli fallire. Non sarebbe costato meno ripararlo quel tratto di strada? Nel ribadire che i nostri interventi non sono di restituire il male quando lo si è ricevuto ma consigliare il bene. Questo è il nostro impegno. Abbiamo segnalato alcuni dei disagi che incontriamo quotidianamente circolando con la bici. Nella nostra città si rischia di essere investiti dalle auto, come successo in diverse occasioni allo scrivente. Per tali motivi sentiamo di dare un consiglio ai nostri amministratori: organizzare una biciclettata.

Così facendo si renderanno seriamente conto di come sono malridotte le nostre strade e marciapiedi. Due parole bisogna spenderle per il quartiere San Valentino. Detto Quartiere è per eccellenza la periferia delle periferie. Chi oltre quarant’anni fa ebbe la genialità e l’idea di pianificare e adibire quel luogo costruendo palazzine residenziali IACP merita un encomio speciale per meriti urbanistici. A tutt’oggi sono ancora evidenti le meraviglie di tali genialità. Basta percorrere per tutte le vie intitolate ai comuni della Puglia, anche dopo il Piano di Recupero di quel Quartiere è rimasta soltanto una chimera. Per chi abita ottenere dei servizi essenziali, come banche, servizio postale, mercato rionalequant’altro mentre per i candidati ad essere eletti durante le campagne elettorali tutto è platino che cola nelle urne. Un altro suggerimento merita un po’ di attenzione per alleviare il traffico veicolare e incentivare quello pedonale e ciclabile. In via Barletta c’è un rudere casellare della Ferrotramviaria ormai inservibile e abbandonato da decenni. Perché non si qualifica quel tratto che costeggia la Ferrovia tra via Barletta e via Lissa? Sono piccole riflessioni che, ai tempi moderni del 2018, si possono realizzare.

Una considerazione bisogna farla: per chi è preposto deve soffermarsi per comprendere che chi ambisce ad avere dei figli e voti non si preoccupi minimamente ed egoisticamente di come, in che modo, di cui una volta avuti figli e voti garantire loro il migliore dei trattamenti e lasciandosi dietro la Patria, allontanandosi. Così facendo si porta con sé la stoltezza che lo renderebbe infelice anche in una nuova vita. Non potete raccogliere messe se non avete ben arata la terra che non darà mai i frutti sperati. Chi darà mai tanto a un politico quanto darebbe a che egli leggesse le notizie del giorno?

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Luigi ha scritto il 07 marzo 2018 alle 11:59 :

    Che vergogna vedere Andria con quelle buche alle strade ma il comune se ne rende conto? non credo proprio Rispondi a Luigi

  • savino ha scritto il 07 marzo 2018 alle 07:05 :

    complimenti, un articolo veramente molto veritiero che condivido in pieno, incompetenza regna sovrana in questa città basti guardare via biscieglie, è mai possibile che nessuno dico e ripeto nessuno degli amministratori si prende la briga di far pulire un tratto dove la sporcizia le erbacce la fanno da padrona mi riferisco al tratto dopo il ponte ferroviario uscendo dalla città. Rispondi a savino