La misura rimborserà non solo le spese sostenute dai ragazzi per l'iscrizione al master, ma anche per il trasporto pubblico, per il vitto, per l'alloggio e per la polizza fidejussoria

Pass Laureati, Zinni: «15 milioni per l’edizione 2018. Ragazzi, candidatevi»

«Andate, studiate e specializzatevi, mantenendo sempre la nostra Puglia nel cuore e la volontà di tornare poi a spendere qui le vostre conoscenze»

Attualità
Andria mercoledì 08 agosto 2018
di La Redazione
Sabino Zinni, Pass Laureati
Sabino Zinni, Pass Laureati © n.c.

Pass Laureati, come è noto, è il bando con cui la Regione Puglia finanzia i master in Italia o all’estero dei ragazzi e delle ragazze che intendono perfezionare la loro formazione dopo la laurea.

La misura rimborserà non solo le spese sostenute dai ragazzi per l'iscrizione al master, ma anche per il trasporto pubblico, per il vitto, per l'alloggio e per la polizza fidejussoria. L'edizione 2018 di Pass Laureati ha accolto infatti moltissime delle indicazioni e dei suggerimenti arrivati dai ragazzi che si sono confrontati con Pass Laureati 2017.

L'importo massimo erogabile a rimborso del solo costo di iscrizione del master è di € 10.000,00 per i master all'estero e di € 7.500,00 per quelli in Italia. In totale i fondi stanziati dalla Regione ammontano a 15 milioni di euro.

COME CI SI CANDIDA? L'edizione 2018 di Pass Laureati prevede delle finestre temporali durante le quali è possibile partecipare all'Avviso: la prima finestra si apre il 28 agosto 2018 e si chiude il 20 settembre 2018. Ci saranno poi altre quattro finestre: una a novembre 2018, una a febbraio 2019, una a giugno 2019 e l'ultima a settembre-ottobre 2019. Si è fatto così almeno i ragazzi interessati potranno scegliere la finestra più consona rispetto alla data di inizio del master prescelto che, come noto, sono molto diverse tra loro.

«Un’occasione ghiotta – commenta il consigliere regionale Sabino Zinni - dunque, da non lasciarsi scappare. Avvisate i vostri figli, nipoti, amici, tutti coloro che pensate possano essere interessati. In questi giorni di vacanza iniziate a pensarci e a fare le vostre valutazioni, a settembre candidatevi. Andate, studiate e specializzatevi, mantenendo sempre la nostra Puglia nel cuore e la volontà di tornare poi a spendere qui le vostre conoscenze. Ne abbiamo un enorme bisogno».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni Alicino ha scritto il 08 agosto 2018 alle 12:55 :

    I nostri figli non avendo opportunità dal nostro paese Italia e non parliamone della Puglia, sono costretti dopo sudato studio x chi è fortunato a emigrare al Nord (lombardia) x i meno all'estero. Siete Voi politici che dovete creare le opportunità ai ragazzi e fare in modo che le loro abilità restano quantomeno in Italia . Rispondi a Giovanni Alicino