Ad esibirsi gli allievi dell’Accademia Musicale Federiciana che hanno ottenuto la votazione “Distinction” nell’ambito delle certificazioni “ABRSM” e Trinity

Santa Cecilia, i giovani talenti onorano la patrona della Musica

Un concerto presso l'auditorium "Michele Palumbo" del liceo Nuzzi di Andria tenuto dai giovani "eccellenti" andriesi

Contenuti Suggeriti
Andria venerdì 24 novembre 2017
gli allievi dell’Accademia Musicale Federiciana che hanno ottenuto la votazione “Distinction” nell’ambito delle certificazioni “ABRSM” e Trinity
gli allievi dell’Accademia Musicale Federiciana che hanno ottenuto la votazione “Distinction” nell’ambito delle certificazioni “ABRSM” e Trinity © n.c.

Un concerto in onore di Santa Cecilia, la patrona della musica, di strumentisti e cantanti, si è tenuto ieri presso l’auditorium “Michele Palumbo” del liceo scientifico Nuzzi in via Paganini, ad Andria.

Ad Esibirsi, nell’ambito dell’ High Scores Concert, le nostre giovani eccellenze: gli allievi dell’Accademia Musicale Federiciana che hanno ottenuto la votazione “Distinction” nell’ambito delle certificazioni “ABRSM” e Trinity.

L’ABRSM, ricordiamo, è il maggior ente certificatore in materie musicali presente in tutto il mondo. L’acronimo significa Associated Board of the Royal Schools of Music e indica i quattro principali conservatori inglesi (Royal Academy of Music, Royal College of Music, Royal Northern College of Music, Royal Conservatoire of Scotland). Le certificazioni ABRSM sono inserite nell' EQF (European Qualifications Framework); mentre la certificazione Trinity copre il dipartimento di musica moderna.

Agnese Paola Festa (direttrice dell'Accademia Musicale Federiciana), in apertura di concerto ha dichiarato: «Abbiamo approfittato della festività solenne per onorare Santa Cecilia, molto cara ai musicisti. Allo stato attuale, le istituzioni educative tendono spesso a non differenziare, per “buonismo”, quella che è l’eccellenza dal livello medio. Questo concerto, fortemente voluto e pensato, vuole una volta tanto mettere in risalto appunto le eccellenze soprattutto del nostro territorio: ragazzi giovanissimi, che vanno dai 13 ai 20 anni, la maggior parte andriesi che, auspichiamo, siano da esempio per tutti coloro che pur avendo talento si perdono e si disperdono nei meandri oscuri di quest’epoca digitalizzata».

Lascia il tuo commento
commenti