Il resoconto

"Alto impatto": posti di blocco e perquisizioni nei punti sensibili della città, arrestato 48enne

Accurati controlli e mirate perquisizioni personali e domiciliari da parte delle pattuglie del Commissariato di di Andria e del Reparto Prevenzione Crimine di Bari e di unità cinofile

Cronaca
Andria martedì 03 ottobre 2017
di La Redazione
Una volante della Polizia di Stato
Una volante della Polizia di Stato © n.c.

Posti di blocco, perquisizioni e controlli nell’ambito dell’operazione “Alto Impatto”, condotta ad Andria su iniziativa del Questore di Bari. Il servizio è stato finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori nonché al contrasto del fenomeno della diffusione di sostanze stupefacenti ed al monitoraggio di soggetti sottoposti a misure restrittive.

L’attività, con un poderoso impiego sul territorio di pattuglie del Commissariato di di Andria e del Reparto Prevenzione Crimine di Bari e di unità cinofile, ha consentito di sottoporre ad accurati controlli numerosi punti sensibili della città, mediante mirati posti di controllo in location strategiche.

Nel contempo, gli agenti hanno avviato una pedissequa e scrupolosa attività di controllo nei confronti di arrestati domiciliari e soggetti pregiudicati sottoposti a misure restrittive.

Nel corso degli accertamenti amministrativi in circoli privati e sale da gioco, sono stati contestati illeciti amministrativi.

Al fine di contrastare il fenomeno della diffusione delle sostanze stupefacenti, sono state eseguite mirate perquisizioni personali e domiciliari.

Nel corso dei servizi è stata data esecuzione all’ordine per l’espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare U.E.P. nr. 67/2017 SIEP, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani, nei confronti di P.N., andriese di quarantotto anni, responsabile del reato di ricettazione in concorso, deve espiare la pena residua di anni 1, mesi 5 e giorni 15 di reclusione, con il recupero di una pena pecuniaria di 2 mila euro di multa.

Lascia il tuo commento
commenti