La denuncia

Torna in circolazione ancora danneggiato il bus Stp che prese fuoco

Tuttora visibili i segni dell’incendio. La questione non è soltanto igienica, ma interessa anche la sicurezza

Cronaca
Andria venerdì 03 novembre 2017
di Michele Lorusso
Torna in circolazione ancora danneggiato il bus Stp che prese fuoco
Torna in circolazione ancora danneggiato il bus Stp che prese fuoco © AndriaLive

In questi giorni si sta parlando tanto del trasporto pubblico extraurbano su gomma.

Tra ritardi e cancellazioni non comunicate, il settore sembra essere in affanno rispetto alle richieste e alle necessità degli utenti che, di certo, stanno subendo il colpo più duro. Oltre all’organizzazione del servizio, anche le condizioni in cui si viaggia, sembrano non essere delle migliori. Qualche settimana fa, il motore di un bus della Stp è andato in fiamme. Tanto spavento, tutti illesi.

A distanza di qualche tempo, quel bus è tornato in circolazione. Ovviamente, ci si aspettava che fosse oggetto di lavori necessari per ripartire al meglio. Invece no.

Si è proceduto alla riparazione del motore, alla rifoderazione della parte su cui ci si siede (mentre gli schienali presentano ancora bruciature) e nient’altro. Infatti, a bordo sono ancora ben visibili i segni dell’incendio. E la questione non è soltanto igienica, ma interessa anche la sicurezza, dato che i sedili sono agganciati a dei ripiani danneggiati e potrebbero non essere sicuri in caso di brusche frenate.

Tutto questo, avviene in barba a quella che è la “Carta della Mobilità” che, con il “Regolamento di servizio”, rappresenta un accordo scritto fra Clienti utilizzatori e società STP sugli standard qualitativi dei servizi forniti da quest’ultima. Tale carta prevede che la stessa società debba garantire regolarità, sicurezza, pulizia dei mezzi e comfort del viaggio.

Un vero e proprio libro dei sogni spesso disatteso.

Certo, per rivendicare i propri diritti ci sono i reclami, però, quanti passeggeri sono a conoscenza di questa possibilità? Quanti reclami vanno a buon fine?

Se le condizioni di viaggio sono queste, le risposte non sono difficili da intuire.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • ile ha scritto il 11 novembre 2017 alle 11:05 :

    proporrei di viaggiare senza abbonamento dato che il servizio vien ben pagato da noi viaggiatori e mal servito da loro!!!!!! dove vanno a finire tutti i soldi degli abbonamenti e dei biglietti??? Rispondi a ile