Gli interventi delle Guardie Campestri

Furti di Olive: colti in flagranza padre e figlio

Gli interventi coordinato con l'ausilio dei Carabinieri della locale compagnia

Cronaca
Andria venerdì 08 dicembre 2017
di La Redazione
Furti di Olive: colti in flagranza padre e figlio
Furti di Olive: colti in flagranza padre e figlio © n.c.

Contrasto ai predatori di olive da parte delle pattuglie delle Guardie Campestri che nella serata di ieri, in contrada “Lama Genzana” hanno sorpreso, in flagranza di reato, due persone, entrambe di Andria, (padre e figlio, rispettivamente di anni 50 e 27 circa), intenti a rubare olive, munite di un’autovettura con carrello.

Grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri, chiamati dal Comando del Consorzio, sono stati entrambi accompagnati presso la locale Compagnia dei Carabinieri, identificati e sottoposti entrambi agli arresti.

Lo scorso 6 dicembre, invece, in contrada “Macchie di Rose”, e sempre in conseguenza dell’accurata vigilanza, una pattuglia delle Guardie Campestri, in un trullo abbandonato, occupato da due extracomunitari, hanno rinvenuto circa 5 quintali di olive di dubbia provenienza.

Entrambi gli extracomunitari, sempre grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri della locale Compagnia, opportunamente informati, sono stati accompagnati presso la caserma ed identificati.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Anna ha scritto il 09 dicembre 2017 alle 19:37 :

    Ecco che cosa vuol dire fare entrare tanti clandestini che vengono coi barconi e accompagnati fin sulle nostre coste dalle navi di salvataggio. Il buonismo paga sempre. Essi sanno che infondo qui si può campare nascondendosi nei trulli delle nostre campagne. E chissà quanti trulli o casette diroccate sono abitate da clandestini! In Italia doveva essere chiaro che si entrava solo se si aveva un lavoro da svolgere e non così. I filantropi si andassero a far benedire con le loro ideologie stupide e pericolose, perché, poi, la realtà è quella che avete raccontato. Rispondi a Anna

    abdul Sgaramella ha scritto il 09 dicembre 2017 alle 19:57 :

    Sa che le dico? Che l'Italia fintanto che avrà un livello culturale basso non andrà da nessuna parte. Lei non ha la benché minima conoscenza dell'argomento e si concede a giudizi di geopolitica davvero imbarazzanti. Questa è la vera rovina del nostro Paese! Perché non va lei in quelle terre martoriate e maltrattate dal bell'Occidente? Vada lei a fare le guerre ai capi di stato africani che fanno accordi con i nostri capi di stato ...tanto a rimetterci sono solo i poveracci. Un andriese stanco di sentire le solite menate inutili. Buona serata e si informi adeguatamente sull'argomento. Lo faccia per il suo bene. Mi ascolti! Rispondi a abdul Sgaramella

    Esticatsy strippoli ha scritto il 10 dicembre 2017 alle 02:10 :

    Abdul e xché al posto di fare i conigli fuggendo da quelle terre nn lottate x le vostre terre e il bostro futuro come hanno fatto i nostri avi all'epoca........si informi sulle storia della mia terra lo dico x il tuo bene coniglio Rispondi a Esticatsy strippoli

    abdul Sgaramella ha scritto il 10 dicembre 2017 alle 11:10 :

    FIntanto che i capi di governo non permetteranno agli extracomunitari di emigrare, e metteranno da parte i loro interessi, ci sarà l'esodo. La storia è oggi e quella di ieri è differenze (anche se insegna). Non parliamo a vanvera, per favore! Buona domenica