L'operazione

Potenza, operazione antidroga: 36 arresti. I "fornitori" erano andriesi

La centrale di spaccio, a Genzano di Lucania, era rifornita grazie a contatti con persone di Andria,vicine al clan Pesce-Pistillo

Cronaca
Andria venerdì 04 maggio 2018
di La Redazione
Carabinieri
Carabinieri © n.c.

Una maxi operazione antidroga è in corso a Potenza, in Basilicata, da parte dei Carabinieri: 36 gli arrestati.

I militari dell'Arma avrebbero sgominato una vera e propria organizzazione criminale dedita al traffico e allo spaccio di cocaina, hashish e marijuana provenienti dalla Puglia e vendute in Basilicata.

Gli ordini di custodia cautelare sono 36, di cui 22 in carcere e 14 ai domiciliari.

Il blitz non ha riguardato solo Potenza, ma alcune delle persone arrestate si trovavano ed operavano a Bari, Avellino e Bologna. La centrale del traffico e dello spaccio di droga era Genzano di Lucania (PZ), è qui che arrivava la droga per poi essere smistata e venduta in tutta la regione.

A rifornire gli spacciatori lucani alcuni gruppi di spicco di Andria appartenenti al clan Pesce-Pistillo. Riforniti anche altri paesi del potentino quali Tolve, Banzi,Oppido Lucano, Palazzo S. Gervasio.

Lascia il tuo commento
commenti