Il fatto

Arrestato dalla Polizia di Stato pregiudicato sorpreso con un Bmw rubato a Canosa

Bloccato in un garage di via Parigi è stato sottoposto a perquisizione dagli agenti che lo hanno poi tratto in arresto con l'accusa di ricettazione

Cronaca
Andria mercoledì 13 giugno 2018
di La Redazione
Il garage di via Parigi
Il garage di via Parigi © AndriaLive

Arriva a distanza di qualche giorno la nota del Commissariato di Andria che chiarisce la dinamica di quanto accaduto in via Parigi, martedì 5 Giugno.

Noto pregiudicato andriese 30enne è stato arrestato ad Andria dalla Polizia di Stato per ricettazione di una BMW di colore grigio, rubata a Canosa e probabilmente utilizzata per compiere vari reati predatori.

L’arrestato infatti è stato sorpreso alla guida del veicolo mentre usciva da un garage interrato ubicato in via Parigi al civico 119 e per evitare che potesse darsi alla fuga è stato fatto fermare un veicolo in transito e posizionato all’ingresso della rampa per chiudergli l’unica via di uscita. Dopo pochi secondi l'uomo ha imboccato la rampa ma alla vista inaspettata degli Agenti ha dato gas al motore alzando repentinamente il numero dei giri lasciando intendere di voler guadagnarsi la fuga ma preso atto di non poter riuscire nell’intento ha desistito e indietreggiato consentendo agli agenti di sottoporlo a perquisizione personale estesa alla autovettura.

Nella tasca destra del pantalone da lui indossato è stata rinvenuta la chiave elettronica di accensione a distanza della BMW mentre sul sedile lato passeggero è stato ritrovato il telecomando del cancello automatico nonché le chiavi del box utilizzato.

All’interno del box è stata poi rinvenuta una cassa di legno chiaro, all’interno della quale c'era una batteria auto con cablaggio, alcuni arnesi atti allo scasso ed il coperchio di compensato con nr. 16 fori utilizzata per alloggiare il dissuasore di frequenze Jammer multibanda solitamente utilizzato dai gruppi criminali dediti alle rapine a mezzi pesanti o auto di grossa cilindrata o furti in aziende ed in autostrada e comunque reati predatori.

Dopo gli adempimenti di rito, su disposizione del Sost. Proc. di turno, il soggetto è stato associato presso la Casa Circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Sono in corso indagini tese ad identificare gli altri componenti del sodalizio criminoso.

Lascia il tuo commento
commenti