L'appuntamento dalle ore 17 alle ore 20.30

Il presepe Vivente "Notte di Luce" torna nel week end

Sabato 14 e domenica 15 gennaio verranno recuperate le date annullate per via delle abbondanti nevicate

Cultura
Andria mercoledì 11 gennaio 2017
di La Redazione
natività 2016 © n.c.

A seguito delle condizioni meteo avverse che hanno compromesso la realizzazione del presepe vivente nella Lama di Santa Margherita, i Padri Agostiniani e l'associazione Madonna dei Miracoli hanno deciso di recuperare le date del week end scorso, proponendo la rappresentazione il 14 e 15 gennaio dalle ore 17:00 alle ore 20:30.

È questa la 8^ edizione del Presepe Vivente "Notte di Luce" che rientra nella rete dei Presepi Viventi di Puglia e che si svolge nel sito storico presso la Basilica di S. Maria dei Miracoli di Andria. 

"... nelle tenebre rifulge una Luce", il tema proposto per quest'anno. Il presepe si terrà nell'incantevole scenario caratterizzato da cavità naturali in tufo e pietra, che secoli addietro erano attraversati dal leggendario torrente “Aveldium Flumen”, luogo che fu scelto da alcuni monaci basiliani come rifugio dalle persecuzioni  iconoclaste del vicino oriente. Il Santuario della Madonna dei Miracoli, ricordiamo, costituisce con il Santuario di S. Michele Arcangelo e la Basilica di San Nicola di Bari, la piccola via Francigena della Puglia.

Tra i figuranti, lo ricordiamo, anche gli ospiti del progetto Sprar Come.te di Casa Santa Croce; gli ospiti dei Cas (casa Gandi, casa Rosario Livatino, casa S. G. Bakita); gli ospiti del centro di pronta accoglienza di casa S. V. De Paoli e alcuni operatori delle strutture. Un esempio lodevole di integrazione e di accoglienza dell'altro che rende ulteriormente suggestive le sei le scene che segnano il percorso suggestivo del Presepe: l'annunciazione, la visita di Maria a S. Elisabetta, i pastori, la Corte di Erode, i magi e la natività.

Si rammenta che, il Presepe viventee sarà visitabile il 26 dicembre 2016 e il 6-7-8 gennaio 2017, dalle ore 17,00 sino alle ore 20,30.

Lascia il tuo commento