Nel direttivo appassionati fruitori e studiosi, della provincia Bat, del “manufatto” cubano tra cui Domenico Monopoli, Leonardo Ricchiuti, Riccardo Asselta e Raffaele Marchio.

“Sevillas Cigar Club”, nasce l'associazione degli appassionati al fumo lento

«Il sigaro impone un rallentamento che riconduce ad una dimensione di riflessione e di assoluto relax»

Cultura
Andria mercoledì 04 ottobre 2017
di La Redazione
Sevillas Cigar Club - il direttivo
Sevillas Cigar Club - il direttivo © n.c.

«Il mondo degli habanos è un universo ricco di cultura, tradizione e tecnica. Approcciando al mondo del sigaro si affronta un’esperienza gratificante che riconduce ad una dimensione intima e personale e nella quale abbiamo l’occasione di prenderci “cura” di noi stessi e dei nostri amici».

Sulla scorta di questa consapevolezza nasce il 9 settembre 2017 il “Sevillas Cigar Club” una associazione senza scopo di lucro, apolitica, con indirizzo socioculturale, che ha come obiettivo la condivisione della passione del sigaro e del fumo lento come momento di incontro e di impegno culturale.

Il presidente del “Sevillas Cigar Club”, Vittorio Caputi, diplomatosi presso i corsi Catadores della Cigar Club Association con la qualifica di “Maestro Conoscitore del sigaro” ci spiega: «Nel 1676 nacquero a Siviglia le prime manifatture di sigari, dopo una serie di prove ed esperimenti, nel 1731, in contemporanea all’inaugurazione di una nuova e splendida manifattura reale, nacque il sigaro così come lo conosciamo oggi. Questi sigari furono chiamati "Sevillas" e la manifattura venne affidata esclusivamente alla meticolosa manualità delle donne: le celeberrime “Torcedores”. L’occupazione de La Habana (1762) da parte degli Inglesi nel corso della Guerra dei Sette Anni fece conoscere i sevillas nei paesi anglosassoni per poi diffondere in tutta Europa la straordinaria singolarità delle qualità organolettiche del “tabaco negro cubano».

A breve saranno organizzati, a cura del direttivo del neonato Cigar Club, eventi di formazione didattica e di natura conviviale che vedranno in primo piano la diffusione dei valori più autentici del fumo lento. Un direttivo composto da appassionati fruitori e studiosi, della provincia Bat, del “manufatto” cubano tra cui Domenico Monopoli, Leonardo Ricchiuti, Riccardo Asselta e Raffaele Marchio.

«Avvicinarsi al mondo del sigaro e del fumo lento è un esperienza gratificante, rappresenta un momento di ricongiungimento. Il sigaro impone un rallentamento che riconduce ad una dimensione di riflessione e di assoluto relax» - commenta il direttivo.

Gli appassionati di fumo lento, neofiti e non, possono contattare il direttivo del Sevillas alla seguente mail sevillas.cigarclub@gmail.com o accedere alla pagina facebook per conoscere gli obiettivi perseguiti dal club, ricevere informazioni sugli eventi e affiliarsi alla neonata compagine, oltre che per seguire tutte le attività in programma.

Lascia il tuo commento
commenti