In programma questa sera il Concerto di Beneficenza al Liceo Nuzzi

Magliano: «#MaiPiùSola contro la Violenza sulle Donne, Andria risponde bene»

Il soprano Angelica Meo si esibirà accompagnata al pianoforte dal maestro Nicola Basile

Cultura
Andria giovedì 28 dicembre 2017
di La Redazione
Parole e Musica
Parole e Musica © n.c.

Tutto pronto per il Concerto di Beneficenza “Parole e Musica”. L'iniziativa rientra nel calendario d'eventi #MaiPiùSola fortemente voluto dall'Amministrazione Comunale e dall'Assessorato all'Equità e alle Politiche Sociali al fine di combattere la triste piaga della violenza sulle donne. Al concerto interverranno il Sindaco Nicola Giorgino, l'Assessore alle Politiche Sociali Francesca Magliano, il Responsabile della Saper Impresa Sociale, Giuseppe Ceci e la Presidente del Centro Anti Violenza "RiscoprirSi, Patrizia Lomuscio.

«Il concerto – spiega l'Assessore delegata, Avv. Francesca Magliano - vedrà quale protagonista il soprano Angelica Meo accompagnata al pianoforte dal maestro Nicola Basile ed avrà luogo giovedì 28 dicembre presso l'Auditorium 'Michele Palumbo' del Liceo Scientifico Riccardo Nuzzi. L'evento avrà lo scopo di raccogliere fondi per sostenere la Casa Rifugio 'Donne Libere' di Andria, un luogo sicuro dove è possibile trovare ospitalità temporanea per le donne vittime di violenza e maltrattamenti. La struttura si occupa del rapporto con le istituzioni, di servizi e risorse del territorio, sostegno psicologico e socio assistenziale, ascolto telefonico h 24 ed orientamento per la ricerca di un lavoro. Un ringraziamento particolare per il percorso compiuto e l'organizzazione va al Dirigente del Liceo Scientifico, prof. Michelangelo Filannino, ai docenti e agli studenti.

Il contrasto alla violenza di genere non può essere uno spot politico – prosegue l'Assessore Magliano. È una battaglia culturale che richiede l'impegno costante di tutti noi. La comunità andriese dispone oggi di una rete di servizi che con l'aiuto delle forze dell'ordine rende efficaci gli interventi. Serve adesso il sostegno di tutti per rendere queste donne veramente libere perché la violenza di genere non si combatte solo il 25 novembre ma ogni giorno».

Lascia il tuo commento
commenti