I commenti di Montaruli e Scarcelli

Mercato serale ad Andria, l'Assessore Forlano e le associazioni favorevoli alla sperimentazione

Nelle prossime settimane, all'edizione mattutina si potrebbe affiancare anche una serale

Politica
Andria sabato 12 agosto 2017
di La Redazione
L'Assessore Forlano incontra i rappresentanti delle associazioni
L'Assessore Forlano incontra i rappresentanti delle associazioni © n.c.

Si è svolta ad Andria la riunione, convocata dall’'Assessore alle Attività Produttive avv. Maria Teresa Forlano su richiesta dell’'Associazione di Categoria UNIMPRESA BAT, per discutere di mercati serali anche nella città di Andria, dopo i riscontri positivi ottenuti nelle altre città ove tale sperimentazione è stata avviata e dopo che nella città federiciana, da più parti, sono giunte sollecitazioni in tal senso, anche da parte dei consumatori ed utenti.

Un incontro cordiale durante il quale si è addivenuti ad alcune decisioni condivise così riassunte dall’'autore della richiesta, il Presidente UNIBAT Savino Montaruli che, al termine dell’'incontro, ha dichiarato: “«Innanzitutto ringrazio l’'assessore Forlano per aver tempestivamente riscontrato la nostra richiesta di incontro, poi devo anche ringraziare i colleghi delle altre Associazioni che hanno condiviso l’'idea e ragionato approfonditamente su tale ipotesi. Chiarito immediatamente e formalmente da parte dell'’Assessore stesso che nessuno ha mai fatto richiesta di sostituire l’'edizione mattutina del mercato con una serale, quindi qualunque strumentalizzazione di bassissimo profilo avanzata dalla mente condizionata di qualche soggetto mandatario va immediatamente rigettata al mittente, si è giunti alla decisione di un mercato in forma sperimentale ed in edizione aggiuntiva da svolgersi nelle settimane a venire. Un mercato serale organizzato e strutturato. Al tavolo di concertazione sono state accolte tutte le richieste e le osservazioni formulate dai partecipanti che, ricordiamolo, sono le Associazioni maggiormente rappresentative esistenti sul territorio e comunque quelle maggiormente propulsive e propositive, quindi la decisione è stata democratica e condivisa. Anche da parte di chi ha posto questioni, che in altre città non sta ponendo quindi con evidenti obiettivi differenti dallo spirito che lo stesso Assessore sta cercando di creare in città, e forse addirittura con altri scopi visti i pregressi, alla fine ha dovuto rassegnarsi e prendere atto di un vento che va in una direzione non più modificabile. La direzione di quel vento è verso la compartecipazione, la democratica affermazione dei Diritti e l’'ormai annientamento totale ed irreversibile di concetti basati sulle appartenenze o, peggio, sulla discriminazione che tende a mascherare posizioni politiche avverse con pareri che di sindacale non hanno proprio nulla quindi estranei alle logiche del bene comune e della Rappresentanza reale della Categoria, cosa per niente facile ed evidentemente non sostenibile per alcuni detrattori asserviti al potere» ha concluso il sindacalista andriese promotore anche di questa iniziativa, anche ad Andria.

Interviene nel merito anche Michele Scarcelli, Vice-Presidente FIVA-Confcommercio Bari-BAT: «Voglio ringraziare il neo-Assessore Forlano che in breve tempo ha convocato le Associazioni ad un tavolo di confronto costruttivo; ma è proprio qui che verte la discussione e cioè nel fatto che come da disposizioni di Legge, possono sedere ai tavoli e discutere con le Amministrazioni locali solo le Associazioni di Categoria maggiormente rappresentative, ma parimenti come uditori e non titolati a firmare i verbali tutte le altre Associazioni costituite in territorio comunale ma che rappresentano in realtà un numero esiguo di iscritti ove ci fossero.

Questo serve anche agli Amministratori per non generare confusione e agli utenti dei mercati che non ricevano più notizie prive di fondamento, vedi bufale riguardanti anticipi o posticipi serali di mercati settimanali; si vociferava di un mercato serale che nulla ha a che vedere con i mercatini rionali anche serali che sono riqualificazione commerciale di zone della città.

Pertanto ben vengano le riunioni, gli incontri, la condivisione, il confronto, l’importante è che ci sia il rispetto delle regole e che il tutto non sfoci in assembramenti confusi di persone, comunque interessate al settore, ma che inevitabilmente portano a generare confusione.

Auspico che da oggi si possa pianificare un lavoro costruttivo per la comunità cittadina, assieme a chi ha da sempre rappresentato la categoria in maniera professionale.

Per quanto riguarda lo svolgimento del mercato settimanale serale ad Andria, sono certamente favorevole purché vengano rispettati tutti i criteri a tutela degli operatori e degli utenti in riferimento alla sicurezza e regolare svolgimento dello stesso, visto il numero elevato di posteggi».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni alicino ha scritto il 12 agosto 2017 alle 12:25 :

    Nella speranza che non sia il luogo adiacente alla già martoriata villa comunale, sarebbe la più grande c.....ta . Rispondi a Giovanni alicino