La nota

Riforma Asl, Marmo: «Frenata per elezioni politiche?»

«Emiliano cominci a pensare alla Puglia»

Politica
Andria giovedì 28 settembre 2017
di La Redazione
Nino Marmo
Nino Marmo © n.c.

«L’accorpamento delle Asl pugliesi è un errore marchiano e abbiamo, fin da subito, esposto la nostra posizione contraria e coerente, dal momento che già la riforma Vendola, meno dolorosa di questa, ci sembrò nefasta (e il tempo ci ha dato ragione). Oggi apprendiamo di una frenata da parte di Emiliano che, purtroppo, pare non affondi affatto le radici in questioni tecniche e di merito, ma solo in ragioni opportunistiche e di tenuta politica del centrosinistra in vista delle elezioni politiche».

Così il consigliere regionale di Forza Italia, Nino Marmo. «Ovviamente –aggiunge- non è un bel biglietto da visita per il presidente della Giunta Regionale. Registrare che si tratti di un dietrofront dal sapore meramente elettorale non consente alla maggioranza di appuntarsi medaglie di sorta. Tutto si sta drammaticamente riducendo, in pratica, in valutazioni sulle ‘poltrone’: c’è chi ne vuole di più e chi ne vuole di meno come Emiliano (ma solo per perpetrare la sua azione di accentramento costante delle posizioni di potere). La nostra contrarietà alla riforma, invece, ha ragioni squisitamente tecniche: aziende sanitarie troppo grandi sono difficili da controllare e, dunque, presterebbero il fianco a possibili sperperi o comportamenti non conformi agli interessi pubblici. Asl più "contenute", invece, sono più agevoli da gestire e il servizio offerto ai cittadini può risultare di qualità superiore. Attendiamo – conclude Marmo - di conoscere le pagine successive della vicenda che, temiamo, si concluderà solo quando saranno presentate le liste elettorali…».

Lascia il tuo commento
commenti