La nota della commissaria della Commissione Pari Opportunità della Regione Puglia

Emma Monterisi: «Solidarietà alle donne private delle deleghe assessorili»

«Sarà molto importante nel prossimo futuro individuare pensieri e persone che sappiano portare avanti, magari anche rischiando, la visione di una Città sostenuta da idee giuste e libere»

Politica
Andria mercoledì 11 luglio 2018
di La Redazione
emma monterisi
emma monterisi © n.c.

Emma Monterisi, commissaria della Commissione Pari Opportunità della Regione Puglia, esprime la propria solidarietà alle donne uscenti dalla Giunta Comunale.

«Tralascio le valutazioni sulle circostanze che hanno determinato la crisi politica al Comune di Andria e sulle modalità con cui è stata gestita. Mi preme esprimere però la mia personale solidarietà alle donne che, dopo aver operato con senso di responsabilità nella Giunta Giorgino, sono state private delle deleghe assessorili.

Alla mia cara amica Paola Albo attesto tutta la mia stima dicendole che, per come ha svolto il suo mandato assessorile, con umiltà, educazione, senso del dovere e competenza, esce vittoriosa dalle macerie ancora fumanti di una crisi politica senza precedenti. Ora le tocca il delicato compito di far tesoro della sua esperienza e di portare a soluzione con tenacia, coraggio e il consueto spirito di verità le istanze che partono dai cittadini. Per quel che mi compete, io sarò al suo fianco per continuare a fornire esempi positivi capaci di ‘costruire’ un modello di città in linea con le esigenze della Comunità.

Ad Agnese Buonomo va riconosciuto l’impegno profuso nel gestire un settore delicato come quello delle risorse umane come pure le capacità nell’amministrazione degli affari generali e istituzionali.

Anche a Maria Teresa Forlano vanno il mio sostegno e il riconoscimento per la dedizione e il buon lavoro fatto da assessore. Forse sulla sua testa sono passate questioni interne di partito che hanno finito per nuocerle.

Sarà molto importante nel prossimo futuro individuare pensieri e persone che sappiano portare avanti, magari anche rischiando, la visione di una Città sostenuta da idee giuste e libere. Auguro a tutti un buon lavoro».

Lascia il tuo commento
commenti