Presente nell'album anche un brano del compositore Ryūichi Sakamoto, "Asience", selezionato dal maestro giapponese espressamente per lei per per questo progetto.

Un compleanno speciale per Federica Fornabaio: oggi la presentazione del nuovo disco "Unpeaceful"

Anteprima in Feltrinelli a Bari per il disco che uscirà ufficialmente domani. «Ogni brano è un racconto: ho viaggiato un po’ come Alice nel Paese delle meraviglie»

Spettacolo
Andria giovedì 08 marzo 2018
di La Redazione
Federica Fornabaio
Federica Fornabaio © n.c.

Un compleanno speciale, quello che festeggia oggi l'artista andriese Federica Fornabaio: questo pomeriggio, infatti, presenterà in anteprima il suo nuovo album "Unpeaceful".

La giovane compositrice presenterà poi in 3 date (25 marzo a Bari, 6 aprile a Roma e 15 aprile a Milano) la sua ultima fatica, pubblicata internazionalmente da Sony Classical, in cui è stato inserito, oltre alle sue nuove composizioni, un brano del compositore Ryūichi Sakamoto, "Asience", selezionato dal maestro giapponese espressamente per lei per per questo progetto.

Qual è il "cuore" di questo album?

«Rispetto all'album precedente - ci racconta Federica -, questa volta non sono sola, non è un one-woman-band, ma ho con me un piccolo ensemble che completa con il pianoforte il senso di questi miei nuovi racconti. E poi un’altra caratteristica: ogni brano è molto differente dall’altro. Sembra quasi non esserci una linearità apparente, ma il percorso che si prefigura ascoltandoli uno dopo l’altro è quello di un viaggio interiore, onirico. Ogni brano, come dicevo prima, è un racconto: ho viaggiato un po’ come Alice nel Paese delle meraviglie. “Camera a Nord”, per esempio, è un’immagine sonora di un posto a me tanto lontano che ho provato a immaginare con il richiamo celtico della musica che lo caratterizza».

Un disco davvero internazionale, denso di richiami di varia ascendenza: il video di presentazione dell'album, in anteprima per Ansa, è stato girato tra i ghiacci e la neve dell'Islanda, e l'album stesso è stato registrato in altissima qualità audio (Super Audio) con la produzione di Pasquale Minieri, e masterizzato nei mitici "Abbey Road Studios" di Londra, sotto la supervisione di Andy Walter (4 Gramophone Awards e 2 nominations ai Grammy).

Già allieva di Ludovico Einaudi (a soli 21 anni si mise in evidenza nel suo stage ‘Musica per Film’ del 2006) e di Nicola Piovani (stage ‘Musica Applicata’ del 2014), la Fornabaio ha composto diverse e importanti colonne sonore: è stata finalista nel 2011 al Festival Internazionale del Cinema di Venezia e ai Nastri d’Argento, e ha preso parte nel 2015 alle selezioni finali del Festival del BFI – British Film Industry di Londra, la più importante manifestazione cinematografica britannica.

Vanta anche positive incursioni nel ‘pop’ e nel ‘jazz’: nel pop ha infatti diretto due volte al Festival di Sanremo (è stata il più giovane Direttore d’orchestra a salire sul podio del Teatro Ariston), vincendo in entrambe le occasioni rispettivamente con Marco Carta e Arisa, e ha arrangiato e suonato nell’album di Roberto Vecchioni ‘Chiamami ancora amore’, mentre la scorsa estate ha partecipato – insieme al trombettista jazz Angelo Olivieri (stabilmente fra le migliori trombe ‘jazz’ d’Europa – fonte ‘Jazz.it’) – ad importanti rassegne jazz in Italia.

A Federica vanno gli auguri della redazione per un felice compleanno, che sia oggi trampolino per un successo, per noi già annunciato.


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Francesco Di Corato ha scritto il 09 marzo 2018 alle 13:09 :

    Un'eccellenza italiana made in Andria, musica di livello, come i compositori con cui collabora, i migliori del mondo. Da ascoltare. Rispondi a Francesco Di Corato