Geremia Acri
Geremia Acri Ho un debole per i deboli
La nostra Nazione arranca tra poltrone, laute cene colme di convenevoli, compromessi di interesse pubblico e privato e campagne elettorali per l’egemonia di un fazzoletto di terra