Geremia Acri Ho un debole per i deboli Leggi tutti gli articoli

“Prete di strada” dicono e mi chiamano. Non mi piace essere chiamato così mi ritengo e sono solo un uomo preso tra gli uomini per il bene dell’umanità.

Sono sacerdote e cerco di vivere per ridare dignità, giustizia e verità a me stesso e a quella parte di umanità a cui sono “mandato e inviato”. Non importa quale sia il colore della loro pelle, la loro fede, la loro cultura. Credo fortemente che non si dia pace senza giustizia, ma anche che non c'è verità se non nell'amore: ed è questa la mia speranza.

“…mi vanterò quindi ben volentieri delle mie debolezze,... quando sono debole, è allora che sono forte”...so che tutto ha un senso. Nulla succede per caso. Tutto è dono.

L'umanità è meravigliosa ne sono profondamente innamorato.

Gli ultimi articoli di Geremia AcriVedi tutti

Crimine contro l'umanità

“ogni due minuti, una bambina o bambino è vittima dello sfruttamento sessuale. Nel mondo, più di 200 milioni di minori lavorano, di cui 73 milioni hanno meno di 10 anni. Di questi piccoli, ogni anno ne muoiono 22 mila a causa di i

L’Italia non è un Paese per bambini

“Il Paese sta morendo. La politica, tutta, si dia una svegliata e faccia qualcosa. Come Forum più che ripeterlo ogni anno che passa facendo anche proposte concrete che, puntualmente, restano inascoltate non sappiamo più cosa fare”

Verso una guerra mondiale per l’acqua

“Mille bambini muoiono ogni giorno a causa di malattie collegate all’acqua; milioni di persone consumano acqua inquinata”

Relativismo ignorante

Forse un nuovo secolo catastrofico è alle porte se non svegliamo e mobilitiamo le coscienze a difesa della dignità della persona e del suo inestimabile valore
Altri articoli
Gli articoli più letti