Comprendere, Prendere con sé

Impegniamoci a parlare con gli altri; a parlare con amicizia, con tenerezza, comprendendo le angosce e le speranze, le tristezze e le gioie altrui

Michele Chieppa Tensionevolutiva
Andria - venerdì 08 settembre 2017
© n.c.

di Tiziano Ferro - Il Conforto ft. Carmen Consoli

...

Sarà che piove da luglio
Il mondo che esplode in pianto

Sarà che non esci da mesi
Sei stanco e hai finito i sorrisi soltanto

Per pesare il cuore con entrambe le mani ci vuole coraggio
E occhi bendati, su un cielo girato di spalle
La pazienza, casa nostra, il contatto, il tuo conforto
Ha a che fare con me
È qualcosa che ha a che fare con me

...

Si versano le lacrime, un nostro caro amico si sfoga e la nostra spalla si impregna delle sue lacrime piene di sofferenza. Dopo tutto ciò, ci illudiamo di aver capito, pensiamo di aver compreso. Vantiamo di capire a perfezione il periodo nero che l’altro sta attraversando. Come se la scarsa empatia che ci abita fosse sufficiente. Ma ciò non è vero perché c’è bisogno di coniugarla al sacrificio e allo sforzo. Noi ci sfacciamo di comprendere ma ci limitiamo semplicemente a sentire, qualche volta ad ascoltare.

Comprendere significa impegnarsi a prendere-con-sé il malessere dell’altro, significa impegnarsi a ridurre i suoi pesi e prenderli-con-sé, sulla propria spalla, per riuscire a ridurre anche in parte la sofferenza dell’altro.

Comprendere Significa Amare, vuol dire essere disposti a sacrificare un po’ il proprio benessere per dividerlo con chi fa difficoltà a raggiungerlo; comprendere significa anche soffrire di una sofferenza cercata, voluta, ma piena di carità intensa.

In un omelia, anche Papa Francesco parla di Verità e comprensione: “Che Gesù ci insegni ad avere con il cuore una grande adesione alla verità e anche con il cuore una grande comprensione e accompagnamento a tutti i nostri fratelli che sono in difficoltà

Comprendere è prendere-con-sé, amare davvero l’altro, sacrificarsi per l’altro tendendo la mano prima alla persona che ci sta affianco e poi pensare più in grande, cosi non si corre il rischio di pensare ad aiuti inarrivabili che non vengono posti in essere e che trasformano la comprensione in sterile sentire.


Un uomo non impara a comprendere nessuna cosa a meno che non la ami – Goethe.

Altri articoli
Gli articoli più letti