Voucher “alternanza scuola lavoro” – 2017

Bando da 257mila euro

Nicola Pugliese Guida alla Finanza Agevolata
Andria - venerdì 13 ottobre 2017
© n.c.

La Camera di Commercio di Bari, con l’ultima misura emessa, si è voluta rendere promotrice delle attività di Alternanza scuola lavoro avvicinando le imprese ai percorsi scolastici di alternanza. A tal riguardo quindi ha messo a disposizione per il presente bando 257mila euro.

Possono usufruire delle agevolazioni previste dal presente bando le micro, piccole e medie imprese (MPMI), che abbiano :

  • La sede legale in provincia di BARI o BAT;
  • Siano regolarmente iscritte alla C.C.I.A.A. di BARI, attive ed in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • Non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di concordato preventivo etc…;
  • Siano iscritte nel Registro Nazionale Alternanza Scuola Lavoro;
  • Abbiano DURC regolare;
  • Non abbiano già beneficiato di contributi a valere sui medesimi percorsi formativi di alternanza scuola/lavoro.

I percorsi dovranno essere realizzati a partire dal 01/07/2017 e fino al 31/12/2017 intrapresi da studenti della scuola secondaria di secondo grado e dei centri di formazione professionale (CFP), sulla base di convenzioni stipulate tra istituto scolastico/CFP e soggetto ospitante.

Le domande di contributi potranno essere presentate a partire dal 05/10/2017 sino al 31/12/2017 salvo chiusura anticipata del bando per esaurimento dei fondi disponibili che sarà comunicata sul sito www.ba.camcom.it.

L’agevolazione disciplinata dal presente bando prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto a favore dell’impresa ospitante, modulato come segue:

  • € 400,00 per l'organizzazione da 1 a 2 percorsi individuali di alternanza scuola-lavoro;
  • € 600,00 per l'organizzazione da 3 a 4 percorsi di alternanza scuola-lavoro;
  • € 800,00 per l'organizzazione di 5 o più percorsi individuali di alternanza scuola-lavoro.

Nel caso di inserimento in azienda di studenti diversamente abili, verrà riconosciuto un ulteriore importo di € 150,00 pro-capite.

Altri articoli
Gli articoli più letti