Pagamenti in contante ammessi fino ai 3mila euro

Le innovazioni apportate dalla Legge di Stabilità 2016

Fedele Santomauro Economia, lavoro & fisco
Andria - venerdì 29 gennaio 2016
©

Primi giorni in cui prendono spazio le modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2016, tra i quali spicca l’applicazione della nuova soglia dei 3mila euro per l'uso del contante. Diversamente dagli anni precedenti, nell’anno in corso il contante potrà essere utilizzato per tutti i tipi di pagamento che sono compresi tra 1.000 e 2.999,99 euro, qualora dovesse superare la cifra è necessario il bonifico bancario, o l’assegno non trasferibile, o anche la carta di credito o bancomat. A sottolineare l’inosservanza di tale normativa intervengono i soggetti destinatari della normativa "antiriciclaggio", ovvero istituti bancari, professionisti, anche avvocati, notai e commercialisti, che nel momento in cui riscontrano una mancanza sono chiamati ad effettuare apposita segnalazione alla Ragioneria generale dello Stato competente.          

Tra le novità della nuova Legge:

non vi è alcun limite di importo da rispettare sui prelievi bancari, come anche a quelli effettuati con il bancomat; dunque ogni soggetto è libero di prelevare al bancomat o allo sportello qualsiasi importo indipendentemente dalle soglie previste per l’utilizzo del contante. Contemporaneamente però l’istituto di credito tiene conto di tutti i prelievi effettuati e solo se si verificano con una frequenza piuttosto costante viene effettuata una segnalazione alle autorità competenti tracciabili;
• il limite di 2.999,99  è possibile  applicarlo  per la negoziazione a pronti mezzi di pagamento in valuta effettuata dai “cambiavalute”;

• tuttavia questo innalzamento non ha riguardato il saldo dei  libretti al portatore e i money transfer: per questi casi il limite è ancora mille euro e l’emissione di assegni bancari non necessità di alcuna indicazione del beneficiario, e senza la clausola di non trasferibilità.
•  Un ampliamento alle carte di credito dell’onere che ricade su professionisti, imprese ed esercenti al minuto di accettare pagamenti effettuati tramite Pos da 5€ in su.

•  Dal 2016 il canone di affitto sarà pagato in contanti, in virtù del fatto la Legge di Stabilità 2016 ha eliminato l'obbligo di pagare i canoni di locazione di unità abitative con strumenti idonei alla tracciabilità dei pagamenti, così come anche l’obbligo per i soggetti della filiera dei trasporti ad effettuare i pagamenti dei corrispettivi relativi ai contratti di trasporto su strada utilizzando strumenti ettronici.                                                                                                                                                     
• Anche la soglia al pagamento in contanti per i dipendenti del settore privato si alza anch’ essa a 3mila euro.    
• Contrariamente, in merito al dipendente del settore pubblico, il limite al pagamento delle retribuzioni rimane invariabile a 1.000 euro.                                                                                                                                

Sorge spontaneo chiedersi quando è possibile pagare in contante sopra i mille euro?! I casi in cui è possibile effettuare pagamenti in denaro contante oltre i 1000 euro (3000 euro dal 2016) sono solo ed esclusivamente quelli operati nei confronti di: Operatori di commercio al minuto e agenzie di viaggio e turismo: autorizzati a ricevere pagamenti di beni e servizi a cittadini stranieri non residenti in Italia, entro il limite di 15.000 euro e Attività cambiavalute: la soglia di limite consentita fino al 2015, è pari a 2.500 euro. 

E’ importante tener conto che  la violazione delle normative dell’Antiriciclaggio prevede l’applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie erogate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze; nello specifico tali violazioni sono punite con una sanzione amministrativa pecuniaria non inferiore a 3.000,00 euro, inoltre, le Banche sono obbligate alla segnalazione delle violazioni alle Autorità di tutte le infrazioni commesse dai cittadini, circa le nuove disposizioni Antiriciclaggio.

Altri articoli
Gli articoli più letti