Acquistare casa: se non ora, quando?

Il nuovo pacchetto di interventi messo a punto da Mario Draghi offre un assist importante a chi è intenzionato ad acquistare casa

Luigi dell'Olio I conti della serva
Andria - venerdì 11 marzo 2016
©

Il nuovo pacchetto di interventi messo a punto da Mario Draghi offre un assist importante a chi è intenzionato ad acquistare casa. Aggiungendo un altro elemento di favore che si aggiunge alla facilità di accesso ai mutui e alla possibilità di ottenere sconti consistenti rispetto alle richieste dei venditori.

Prezzi freddi, sconti possibili

Una ricerca dell’ufficio studi Gabetti segnala che anche il 2015 è stato un anno negativo per i prezzi delle case, che sono scesi del 5%. Se si guarda ai massimi raggiunti tra il 2008 e il 2009, la contrazione supera il 25%. Una media tra valori scesi solo a una cifra percentuale nei centri cittadini e in relazione agli immobili di lusso e un crollo che a volte ha raggiunto e persino superato il 40% per le abitazioni più vecchie e quelle situate nelle periferie cittadine.

Data la debolezza della ripresa economica, il trend non è destinato a un’inversione già per l’anno in corso, che dovrebbe segnare – a spanne – una stabilizzazione dei prezzi, per poi avviare la risalita solo nel 2017.

Vista nell’ottica di chi intende comprare casa, questo è scenario è sicuramente positivo. A parità di denaro da spendere, oggi si può acquistare una stanza in più rispetto al 2010: un quadrilocale anziché un trilocale, un trilocale al posto di un bilocale e così via.

In più va considerato che la conferma dell’Imu sulla seconda casa (particolarmente salata) e la difficile congiuntura economica, rendono più facile che in passato spuntare prezzi del 30-40% più bassi rispetto alla richiesta iniziale del venditore.

Mercato in frenata

Secondo le rilevazioni di Tecnocasa, che si fermano al primo semestre 2015, i prezzi delle abitazioni di Andria risultano in calo del 3,6% nel confronto a un anno. “Nel centro storico si registra un mercato rallentato dal momento che gli immobili in vendita non sempre incontrano il favore degli acquirenti (si tratta di strutture che si sviluppano su più livelli, con 20-30 mq a livello)”, scrivono gli analisti.” Quando necessitano di lavori di ristrutturazione hanno quotazioni medie intorno a 400-500 € al mq”.

Quotazioni leggermente più alte (1300 € al mq) si incontrano per le abitazioni in edilizia convenzionata ubicate in via Piero della Francesca (zona 167-INPS). “Sta avendo un buon riscontro l’area di via Delle Querce perché molto verde e costituita da soluzioni recenti (anni ’90), di ampie dimensioni e tenute in buone condizioni, i cui valori si attestano a circa 900-1000 € al mq”, sottolinea Tecnocasa.

Per quanto riguardo il mercato del nuovo, in diverse zone della città sono presenti interventi di completamento di aree già esistenti. “In zona Pineta i valori sono di 1400 € al mq, in zona centrale 1700-1800 € al mq.

Nelle zone Stazione, zona 167 e San Giuseppe Artigiano hanno acquistato prevalentemente persone alla ricerca della prima casa: famiglie che hanno ottimizzato la condizione abitativa e coppie giovani al primo acquisto. Si cercano trilocali  o quattro locali e la tendenza è quella di orientarsi verso tipologie nuove o in buono stato”. Per questo motivo si registra una buona performance per la zona 167 (via Ospedaletto, via Barletta, via vecchia Barletta) che si è sviluppata negli ultimi 15 anni e dove è possibile trovare immobili anche più recenti”.

L’assist della Bce

A questi elementi si aggiunge l’ultimo intervento annunciato il 10 marzo dalla Bce, che arriva a prevedere tassi negativi per le banche che si finanzieranno presso l’Eurotower con l’intento di destinare le risorse all’economia reale. Questo verosimilmente comporterà un’ulteriore riduzione dei tassi praticati sui mutui, già scesi sensibilmente negli ultimi due anni.

Infine prosegue la crescita delle erogazioni per i prestiti finalizzati all’acquisto di case, dato che gli istituti di credito vedono nei mutui un’opportunità di business interessante a fronte del restringersi degli spazi di azione in altri ambiti.

 

Tabella prezzi, fonte Tecnocasa

PREZZI Isem15

 

 

 

 

 

 

 

ANDRIA CITTÀ

ZONA

Signorile usato

Medio usato

Economico usato

Signorile nuovo

Medio nuovo

Economico nuovo

CENTRO - CENTRO STORICO - OSPEDALE

C

1100

900

650

1600

1250

1100

PINETA - INPS - 167

P

1400

1250

1000

1500

1350

1200

VIA FERRUCCI - SAN GIUSEPPE ARTIGIANO

S

1200

1000

800

1400

1200

1000

ZONA 167

S

1300

1200

1000

1500

1300

1100

ZONA STAZIONE

C

1300

1000

800

1600

1400

1200

 

Altri articoli
Gli articoli più letti