Eccellenze formative, a scuola di sport, di inglese e di legalità in centro città

L'investimento, portato avanti dal corpo docenti dei due plessi "Vittorio Emanuele III-Dante Alighieri", è di diversificare e arricchire l’offerta formativa ai propri alunni, incentrata su alcuni aspetti ritenuti fondanti

Lucia M. M. Olivieri Universo Scuol@
Andria - venerdì 19 febbraio 2016
©

Spesso si parla delle scuole per le loro carenze, soprattutto strutturali: oggi invece voglio presentarvi un Istituto scolastico, nel cuore della nostra città, che si sta distinguendo per un'offerta formativa di eccellenza.

Si tratta della Scuola Secondaria di I Grado "Vittorio Emanuele III-Dante Alighieri", che conosco personalmente perchè ha visto la sottoscritta impegnata in un'attività di insegnamento stimolante e creativa: l'investimento, portato avanti dal corpo docenti dei due plessi, è di diversificare e arricchire l’offerta formativa ai propri alunni, incentrata su alcuni aspetti ritenuti fondanti, tra cui lo studio delle lingue straniere, l’educazione alla legalità, l’inclusività, la pratica sportiva, in generale, le competenze chiave europee.

Dopo vari progetti e attività già realizzati nella prima parte dell’anno scolastico, nei prossimi giorni partirà presso le classi seconde e alcune terze dell’istituto il progetto “Lettorato di lingua inglese”: durante le ore curricolari di inglese, il docente della disciplina sarà affiancato da un esperto madrelingua, con l’intento di affinare le abilità audio-orali degli alunni. Allo studio della lingua inglese e alla capacità, sempre più richiesta oggi, di saperlo utilizzare in contesti anche extrascolastici, è dedicata un’altra iniziativa dell’istituto: sono stati attivati dei corsi extracurricolari gratuiti, riservati ad alunni di terza classe, per conseguire la certificazione Trinity e l’istituto è in procinto di accreditarsi nuovamente come centro certificatore, riprendendo una tradizione già da lungo tempo presente presso la scuola. Numerosissimi i partecipanti, fatto che ha indotto la scuola a organizzare più corsi sui due plessi dell’istituto.

Contestuale l’avvio di corsi gratuiti di consolidamento della lingua inglese per alunni delle prime classi bisognosi di recupero. Nell’ambito dell’educazione alla legalità e al consumo consapevole, si sta realizzando il progetto nazionale gratuito “Educazione al consumo consapevole”. Presso l’Ipercoop, con l’aiuto di esperti, le classi hanno la possibilità di partecipare a laboratori ed attività interattive che consentono di acquisire gli strumenti necessari per sviluppare uno spirito critico e imparare ad esercitare il diritto-dovere di cittadinanza anche attraverso scelte di consumo intelligenti e non influenzate dai subdoli meccanismi del mercato. L’educazione alla legalità proseguirà a breve con altre iniziative che culminano nella ormai consueta Settimana della legalità della scuola, con spettacoli e interventi di esperti. Valore particolarmente caro alla scuola è l’inclusività, che si traduce in una dimensione accogliente nei confronti di tutti gli alunni: da alcuni anni opera un team di docenti specializzato in disturbi specifici dell’apprendimento.

Per il secondo anno presso il plesso Dante Alighieri, date le richieste delle famiglie, è stato attivato il progetto pomeridiano di avviamento alla pratica della pallavolo, sotto la guida di una docente di scienze motorie dell’istituto, rivolto agli alunni di entrambi i plessi. È in cantiere anche un’altra interessante iniziativa sportiva, che intende rendere ancor più il plesso Dante punto di riferimento del quartiere Europa.

Soddisfatta e emozionata per gli ottimi risultati raggiunti negli ultimi anni è la Dirigente Scolastica, prof.ssa Maria Teresa Natale: «Siamo convinti che la scuola debba essere fucina di idee e di sollecitazioni culturali e formative per gli alunni. L’attenzione alle competenze chiave è un obiettivo che la scuola si è posta nel suo Rapporto di Autovalutazione e ripropone nel Piano Triennale dell’Offerta formativa, e ci stiamo adoperando affinché i nostri alunni siano sempre più in grado di spendere le loro conoscenze in contesti concreti e pratici, come richiesto dalle più recenti indicazioni ministeriali e europee in tema di educazione. Il lavoro della scuola nei due scorsi anni scolastici è stato premiato da un elevato numero di alunni iscritti, che la scuola è riuscita a contenere a mala pena. Ci auguriamo accada anche quest’anno, e già stiamo avendo i primi positivi riscontri di iscrizioni rivenienti anche da bacini di utenza non appartenenti alla scuola, nonostante il decremento demografico in atto. Gli open days del 23 e 24 gennaio, tenutisi presso entrambe le sedi della scuola, infatti, sono stati infatti un vero successo: le famiglie hanno potuto visitare i locali della scuola, visionare i lavori degli alunni, assistere a esibizioni musicali e ginniche a cura di docenti e allievi. Da tutti i presenti abbiamo raccolto apprezzamenti lusinghieri. Pertanto invitiamo i genitori ad affrettarsi a iscrivere i propri figli (la scadenza è il 22 febbraio) e ad usufruire delle nostre segreterie, che potranno dare l’aiuto necessario nelle iscrizioni. Raccomandiamo alle famiglie inoltre di rivolgersi alla nostra scuola, per ottenere informazioni corrette sull’istituto, visto che dirigente, vicepresidi e personale amministrativo sono a loro disposizione. Abbiamo riscontrato, per esempio, che molte famiglie, pur risiedendo in vie pertinenti il nostro bacino di utenza, sono state erroneamente indotte a ritenere di appartenere ad altri stradari. Ai genitori va detto anche che la iscrizione a una scuola non è determinata esclusivamente dall’appartenenza ad uno stradario piuttosto che ad un altro, o da altri vincoli, ma è libera. Auspichiamo quindi che la libera scelta delle famiglie sia effettuata sulla base delle concrete azioni educative che una scuola mette in campo, e non sulla base di informazioni spesso imprecise».

 

Altri articoli
Gli articoli più letti