Consumatori e piccoli imprenditori

Come liberarsi dai debiti

Laura Maria Pia Tota Note su "I diritti di noi tutti"
Andria - venerdì 21 ottobre 2016
© n.c.

La Legge n.3 del 2012, come modificato successivamente, consente alle famiglie ed alle piccole imprese di porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento e dunque, di esdebitarsi, ossia di cancellare/ridurre i propri debiti, così liberandosi dal peso di non riuscire a far fronte a tutti i propri impegni. 

Possono accedere a tale procedimento, i debitori non soggetti al fallimento, vale a dire:

- i Piccoli imprenditori non soggetti al fallimento;

– gli Imprenditori agricoli;

– i Consumatori

- i Lavoratori autonomi;


  • – i Professionisti;

-  le Fondazioni ed associazioni;

Le procedure sono:

  • l'accordo di ristrutturazione dei debiti e di soddisfazione dei crediti sulla base di un piano proposto dal debitore;
  • il piano del consumatore, finalizzato alla ristrutturazione dei debiti e soddisfazione dei crediti  senza che sia necessario l'accordo con i creditori.

Sia la proposta di accordo di ristrutturazione dei debiti, sia il piano del consumatore, non comportano necessariamente la liquidazione dell'intero patrimonio del debitore.

La procedura volto all'accordo con i creditori, che si esprimeranno a maggioranza, comporta che il debitore possa essere ammesso a pagare i propri debiti anche in misura non integrale, a determinate condizioni e purché rispetti gli impegni assunti con la proposta di accordo.

Stessa finalità ha il piano del consumatore, ma in tal caso questo caso non è necessario l'accordo con i creditori, e il piano può essere omologato (cioè reso efficace nei confronti dei creditori) sulla sola base della valutazione del tribunale.

Evidenti sono dunque i vantaggi economici per il debitore (consumatore o piccolo imprenditore) che, in caso di omologazione del piano, potrà liberarsi in tutto o in parte dei propri debiti.

Per saperne di più e chiedere assistenza e informazioni, puoi contattare la sede di Confconsumatori di Andria alla via Gioacchino Poli 126 telefonando al n. 324-9913773 o inviando una mail a: andriaconfconsuma@libero.it

La Confconsumatori Andria è anche su facebook alla pagina “Confconsumatori Andria”.

Altri articoli
Gli articoli più letti