Al termine del talk c'è stato anche un momento musicale con il gruppo andriese "Barishe"

Storie di sport e vita: ieri l'evento che ha coinvolto gli andriesi Fortunato, Leonetti e Di Cosmo

I giovani atleti della nostra città si sono raccontati all'evento "SUCCESSivamente"

Altri Sport
Andria martedì 12 settembre 2017
di La Redazione
Evento
Evento "SUCCESSivamente" © n.c.

Storie di sport, storie di giovani. Ieri sera è andato in scena al Centro Risorse in via Aldo Moro l'evento "SUCCESSivamente". Organizzata dall'associazione Myrabbasc, con il contributo della Fondazione Sant'Andrea, la serata è stata ideata per mettere in risalto la carriera sportiva di tre giovani andriesi: Francesco Fortunato, marciatore Fiamme Gialle, attuale campione italiano nella 20 km di Marcia e fresco di 25° posto ai Mondiali di Londra, Giuseppe Leonetti, giovane tecnico di calcio, attualmente secondo allenatore in carica al Potenza (Serie D) al fianco di Nicola Ragno, e Leonardo Di Cosmo, giovane calciatore attualmente nella rosa della Prima Squadra della Fidelis Andria.

Attaverso foto e video i tre ragazzi hanno ripercorso insieme ad Antonio Ventola, giornalista di Andrialive e mediatore della serata, i momenti salienti della loro storia sportiva partendo dagli albori sino alle conquiste più recenti. Un modo per mettere in risalto il sacrificio, ma anche la parte più sana dello sport composta da grandi emozioni ed esperienze di vita importanti. Assente purtroppo, a causa di un impegno personale, l'ospite speciale della serata, Luca Mazzone, campione paraolimpico italiano. Il suo contributo alla serata, che si svilupperà in un'intervista video, sarà presto pubblicato sui canali ufficiali dell'associazione andriese.

L'incontro è poi terminato con un momento musicale a cura del gruppo andriese "Bariche": Olga Paparusso (violino), Giuseppe Zinfollino e Gabriele Piccininno (chitarre), provenienti da studi classici, si sono esibiti in un concerto di musica manouche, riprendendo classici standard del genere, creando poi arrangiamenti inediti nati dalle differenti influenze individuali dei componenti.

«L'incontro era innanzitutto finalizzato a dare visibilità a giovani sportivi meritevoli - ha dichiarato Angela Losappio, Presidente dell'Associazione Myrabbasc - Nel contempo la nostra associazione voleva lanciare un messaggio positivo ai giovani in generale a volte demotivati e delusi dal mondo attuale che li circonda. Avere un obiettivo nella propria vita è fondamentale, ma solo con l'impegno e la determinazione si possono realizzare i propri sogni. Ed i ragazzi presenti, oltre che l'esperienza di Luca Mazzone, ne sono la prova vivente. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione dell'evento ed in particolare la Fondazione Sant'Andrea che con il suo contributo ha reso possibile la messa in scena di tutto questo».

Lascia il tuo commento
commenti