I biancazzurri tornano alla vittoria dopo più di un mese

Virtus Francavilla - Fidelis 0-2: l'Andria rialza la testa e sbanca il "Giovanni Paolo II"

Cianci porta in vantaggio i biancazzurri al 14'; raddoppio di Croce al 38'. Espulso Abate all'85'

Calcio
Andria domenica 09 aprile 2017
di Antonio Ventola
Virtus Francavilla - Fidelis Andria © Vincenzo Fasanella/Andrialive

Seconda trasferta in due giorni con lo stesso obiettivo: ritrovare se stessi. La Fidelis fa visita allo Stadio Giovanni Paolo II di Francavilla Fontana, dove ad attenderla c'è una Virtus vogliosa anch'essa vogliosa di riscatto dopo 5 partite senza vittoria (3 sconfitte e 2 pareggi). Un derby pugliese interessantissimo e che potrebbe definire ancora meglio una griglia play-off ancora totalmente incerta.

Squadre dal modulo speculare quelle di Calabro e Favarin. La Virtus deve rinunciare agli infortunati Abruzzese, De Toma e Faisca (i primi due in panchina). Il tridente difensivo casalingo è composto da Pino, Idda e Vetrugno. Albertini e Pastore agiscono da quinti, mentre la linea mediana è composta da Prezioso, Galdean e Alessandro; Abate e Ayina il tandem d'attacco. Fidelis, invece, che conferma le previsioni della vigilia e schiera Allegrini titolare nel 3-5-2 a sostituzione di Curcio (squalificato). Non c'è Croce, che va in panchina, con Cruz che da mezz'ala viene riproposto punta accanto a Cianci; il posto sulla destra a centrocampo è invece di Volpicelli.

La storia della partita si delinea subito dalle prime battute: l'Andria punta tutto sulla difesa lasciando giocare i padroni di casa, che però dimostrano diverse difficoltà nel palleggio. La Virtus soffre le scorribande laterali dei biancazzurri, che colpiscono già al 15': la Fidelis ruba palla all'altezza della propria area di rigore, lancio in verticale di Minicucci all'indirizzo di Volpicelli, che si dirige verso l'area a grandi falcate percorrendo la fascia destra di competenza; il 7 brucia la difesa giallonera, entra in area e serve a rimorchio Cianci: l'ariete biancazzurro prende il tempo a tutti e a botta sicura insacca alle spalle di Albertazzi. Ritorno alla rete dei leoni dopo ben 5 giornate di digiuno. Le difficoltà della Virtus sono palesi e la manovra dei padroni di casa si aggrava ancor di più al 20', quando Calabro è costretto a sostituire il dolorante Pastore con Gallù. Sembra diventare in discesa il match per la Fidelis, ma dal 29' al 33' Favarin è costretto anch'esso a tirar fuori per infortunio due pedine fondamentali del proprio scacchiere: fuori Aya e Cianci, dentro Annoni e Croce (Tartaglia indietreggia nei 3 di difesa). Ma gli imprevisti si trasformano in fortune, perché al 38' i federiciani trovano un raddoppio improvviso: cross delizioso di Tito dalla sinistra, sul secondo palo Croce colpisce splendidamente al volo beffando Albertazzi. Gran goal, il terzo con la maglia della Fidelis, per l'ultimo arrivato nel mercato di gennaio. Calabro cambia modulo e si gioca anche lui il secondo cambio in anticipo: fuori Pino, dentro N'Zola e Virtus che si dispone con 4-4-2. Modifica che però non porta giovamenti nell'immediato alla formazione di casa e la prima frazione si conclude dopo 3 minuti di recupero con la Fidelis in vantaggio di due reti a zero.

Virtus che inizia in quarta il secondo tempo. Riversata tutta in avanti, la squadra di Calabro mette sotto pressione la difesa ospite e si rende pericolosa già al 48': cross teso di Alessandro dalla sinsitra, N'Zola stacca bene in area, ma il colpo di testa è impreciso; Cilli accompagna con lo sguardo la sfera sul fondo. Ritmi decisamente più alti nel primo quarto d'ora del sella seconda frazione: palleggio più veloce da parte dei gialloneri, ma la Fidelis Andria è rocciosa e, tra l'altro, non risparmia anche ripartenze. Succede al 57' quando Volpicelli rischia addirittura di siglare il terzo goal: azione classica in assolo del 7 andriese, che va via sulla sinistra, si avvicina all'area di rigore, punta i centrali di casa, doppio passo, diagonale di piatto sinistro, ma palla di pochissimo a lato con Albertazzi che tira un sospiro di sollievo. Gli andriesi riescono ad addormentare il forcing casalingo e Calabro a 20 minuti dal termine si gioca l'ultima carta: fuori Alessandro, dentro Triarico. La Fidelis però è in gran spolvero: interventi chirurgici e spaziature perfette permettono ai leoni di addormentare la gara. Favarin all'80' effettua l'ultimo cambio per non allenatare la pressione fisica: fuori un ottimo Volpicelli ed al suo posto prende posizione Berardino. Francavilla che cerca di costruire gioco con la forza dei nervi, ma all'85' si vede costretta ad alzare bandiera bianca: Croce si invola verso la porta avversaria tutto solo, viene atterrato da Abate e l'arbitro Sozza espelle l'attaccante giallonero per fallo da ultimo uomo. Partita praticamente archiviata già a 10 minuti dal termine, dato che il Francavilla rinuncia a imbastire un ultimo assedio e, anzi, rischia addirittura di subire il terzo goal: all' 87' Cruz conclude sfiorando il palo dopo un break fulmineo; nel primo dei tre minuti di recupero, Croce ruba palla a Galdean sui 25 metri e di prima intenzione lascia partire un missile che costringe Albertazzi agli straordinari per deviare in angolo.

Ultima fotografia di un match che riconsegna la vittoria agli andriesi dopo più di un mese di digiuno (ultima vittoria contro l'Akragas il 5 marzo scorso). Prestazione e risultato che possono essere decisivi ai fini dell'ultima fase di campionato, che ridanno fiducia ai federiciana e che pongono la Fidelis al 9° posto a pari merito con Casertana e Paganese, oltre che a -3 dalla 7^ piazza occupata dal Cosenza. Unica nota stonata, gli infortuni da valutare di Aya e Cianci. Prosegue invece il momento negativo della Virtus di Calabro, che colleziona la seconda sconfitta consecutiva (6^ gara senza vittoria). Prossima gara per i biancazzurri, casalinga al Degli Ulivi contro il Fondi sabato prossimo alle 14.30.


TABELLINO LIVE

VIRTUS FRANCAVILLA - FIDELIS ANDRIA 0-2 (LIVE SECONDO TEMPO)

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Albertazzi; Pino (42' N'Zola), Idda, Vetrugno; Albertini, Prezioso, Galdean, Alessandro (68' Triarico), Pastore (20' Gallù); Abate, Ayina.

A disposizione: Costantini, Casadei, De Toma, Gallù, Biason, N'Zola, Salatino, Turi, Triarico, Abruzzese, Finazzi.

Allenatore: Antonio Calabro.


FIDELIS ANDRIA (3-5-2):
Cilli; Allegrini, Rada, Aya (29' Annoni); Tartaglia, Minicucci, Onescu, Volpicelli (80' Berardino), Tito; Cianci (33' Croce), Cruz.

A disposizione: Lullo, Pop, Piccinni, Fall, Croce, Colella, Ippedico, Vasco, Berardino, Annoni, Bottalico.

Allenatore: Giancarlo Favarin.


ARBITRO:
Simone Sozza di Seregno.

ASSISTENTI: Fernanado Cantafio di Lamezia Terme e Dario Cucumo di Cosenza.


NOTE

Marcatori: 14' Cianci (FA); 38' Croce (FA)

Ammoniti: 40' Onescu (FA); 46' Croce (FA); 59' Galdean (VF); 73' Tito (FA); 88' Albertini (VF)

Espulsi: 85' Abate (VF)

Angoli: 2-7

Recupero: 3' p.t.; 3' s.t.

Spettatori: n.c.

Lascia il tuo commento