Le parole del tecnico alla vigilia del derby al Degli Ulivi

Fidelis, Loseto pre-Lecce: «Dobbiamo dare una forte sterzata al nostro cammino»

«Non possiamo deludere più la piazza. Nel momento in cui troveremo il goal sarà tutto più facile»

Calcio
Andria sabato 04 novembre 2017
di Antonio Ventola
Loseto in conferenza stampa
Loseto in conferenza stampa © Vincenzo Fasanella/Andrialive

Dopo due settimane che chiamare turbolenti può sembrare un eufemismo, la Fidelis questa sera (ore 20.30) ospiterà la capolista al Degli Ulivi, il Lecce, in un derby caldissimo e che se concluso con un risultato positivo potrebbe capovolgere il clima andriese.

«Dopo la partita di Fondi ho chiesto ai miei ragazzi se io fossi in grado di dargli le giuste motivazioni - ha esordito il tecnico Valeriano Loseto, che torna a parlare ai giornalisti locali dopo ben 2 settimane di silenzio stampa - Se dopo 8-9 partite il leitmotiv era sempre lo stesso, io mi sarei fatto tranquillamente da parte. Ho però ricevuto una grande risposta dai miei ragazzi, che hanno dimostrato di credere in me».

Dalle dimissioni alla riconferma: «In queste settimane siamo stati blindati ad Andrianello. Sapevamo dei mugugni cittadini, ma noi dovevamo allenarci al massimo, cercando di concentrarci solo ed esclusivamente sul campo. È lì che dobbiamo dimostrare ai tifosi di essere una buona squadra che sino ad ora non ha raccolto quello che meritava. A partire dalla gara contro il Lecce, la capolista, ci impegneremo al massimo per chiarire che nel calcio tutto è possibile».

In Calabria ottima risposta e cambio di modulo positivo: «A Catanzaro sotto l'aspetto del piano tattico e della voglia abbiamo fatto una grossa partita. Da quando sono venuto qui ad Andria ho sempre professato il 4-3-3, ma in questo momento di bisogno era giunto il momento di passare al 3-5-2. I ragazzi si sono espressi alla grande, ma rimane sempre il rammarico di non poter gioire di quel che produciamo. Purtroppo posso solo sperare che questo momento negativo dell'attacco passi il più in fretta possibile e che al primo goal i miei giocatori possano acquisire fiducia nei propri mezzi».

Sicuramente il Lecce è l'avversario più ostico da affrontare in periodo di crisi, ma Loseto è convinto che per provare a battere i giallorossi «non devono mancarci le motivazioni. Ognuno di noi deve trovarle in campo, perché giocare contro una squadra come il Lecce deve essere uno stimolo enorme. Tatticamente dobbiamo riuscire ad insabbiarli, tentando di ripartire con il nostri esterni o comunque tentare di sfruttare le combinazioni delle due punte».

Infine sui tifosi: «Chiedo sempre al presidente di poter effettuare qualche allenamento in più qui ad Andria, in modo tale da permettere ai tifosi di essere più vicino alla squadra e, magari con un clima più sereno, anche di parlare con i calciatori. Ottenere la prima vittoria è cruciale in questo senso, perché sono convinto che dopo i primi 3 punti il nostro cammino sarà più roseo».

Rientra Allegrini e nel 3-5-2 la difesa a 3 dovrebbe essere composta da Celli, Rada e, appunto Allegrini. Curcio si sposta a fare il Quinto al posto di Pipoli (out per infortunio), mentre per il resto dovrebbe essere tutto confermato rispetto alla gara di Catanzaro.

Lascia il tuo commento
commenti