Le dichiarazioni del tecnico della Fidelis Andria dopo la vittoria contro il Siracusa

Papagni post-Siracusa: «Bisognava fare gli straordinari. Grande vittoria di gruppo»

Contento per alcuni ragazzi che hanno passato settimane difficili. Mercato? Cerchiamo un centrocampista di qualità»

Calcio
Andria domenica 31 dicembre 2017
di Antonio Ventola
Papagni in conferenza
Papagni in conferenza © Vincenzo Fasanella/Andrialive

Non poteva finire meglio il 2017 per la Fidelis. Seconda vittoria consecutiva al Degli Ulivi, contro la quarta in classifica e si sblocca pure Antonio Croce. Prestazione ordinata in una partita brutta e sporca, con poche occasioni da rete, ma che la Fidelis ha saputo capitalizzare nel finale.

«Bisognava fare gli straordinari e gli abbiamo fatti dal punto di vista tattico, tecnico e soprattutto mentale - ha commentato Aldo Papagni nel post-partita - I ragazzi hanno meritato questo finale di partita, anche perché abbiamo rischiato pochissimo contro una delle squadre rivelazione di questo campionato».

Scelte di formazione e cambi a partita in corso decisivi: «Il lavoro settimanale e le condizioni di Curcio, allenatosi parzialmente in settimana, mi ha suggerito di far giocare Di Cosmo, ragazzo attento e concentrato in ruoli non suoi. Devo dire che Leonardo ha fatto un'ottima gara, ma avevo già previsto il suo cambio con Curcio per permettere al brasiliano di sfruttare al massimo la mezz'ora a sua disposizione. Rada fuori? Ho visto Colella in gran forma e ha fatto una signor partita. Nonostante questo sono stati importantissimi gli uomini entrati a partita in corso. Non avevo dubbi sulla loro professionalità e hanno dato il massimo: tra l'altro Croce ha segnato, Curcio ha fatto un bel cross e Rada ha fatto l'assist per Quinto. Sono contento per loro, dato che arrivano da settimane difficili».

Ed infine il mercato. Domani si aprirà la sessione invernale e Papagni conferma che «ci stiamo pensando. Il mercato può evolversi a seconda di quelle che sono le esigenze societarie, tecniche e anche degli stessi giocatori. Chi rimarrà dovrà sentire Andria sulla sua pelle, dato che è un patrimonio di tutti. Reparto da modificare? Con l'arretramento di Quinto e le difficoltà a livello numerico, sicuramente cercheremo un uomo di qualità a centrocampo».

La squadra riprenderà gli allenamenti dopo l'epifania, con molta probabilità l'8 gennaio.

Lascia il tuo commento
commenti