Prima Categoria

Caos a Manfredonia: la Nuova Andria perde 3-0, ma la partita viene sospesa al 64'

Scoppia la rissa tra Santum Nicandrum e Nuova Andria e l'arbitro decide di sospendere il match anzitempo

Calcio
Andria lunedì 29 gennaio 2018
di La Redazione
Santum Nicandrum - Nuova Andria
Santum Nicandrum - Nuova Andria © Nuova Andria

Una normale domenica di campionato si è trasformata in una giornata da dimenticare per la Nuova Andria e il Santum Nicandrum. Il match valido per il secondo incontro del girone di ritorno, e disputato allo stadio "Miramare" di Manfredonia alle 10.45, si è concluso al 19' della ripresa sul punteggio di 3-0 per i padroni di casa.

Il finale non rende onore alle due formazioni, ma quanto accaduto deve far riflettere: una parola di troppo in campo con tanto di gesti antisportivi, un ambiente sin da subito non semplice, e uno stadio che, se pur a porte chiuse, ha visto la presenza di alcune persone sugli spalti. Nel finale di partita si è registrata anche una invasione di campo direttamente dalla tribuna.

Tornando alla cronaca sportiva, mister Cosimo Sinisi schiera dall'inizio Zingaro tra i pali, in difesa Civita, capitan Cioffi, Pasculli e Grillo, a centrocampo Loconte, Caporale e Tota, in avanti Fiore supportato da Quacquarelli e Amorese. Il Santum Nicandrum scende in campo forte della sua capacità di far punti in casa (tutti i punti in campionato sono stati conquistati tra le mura amiche). Non c'è tempo per il riscaldamento, soli 5 minuti a disposizione per entrambe le formazioni a causa di un ritardo del match precedente.

Pronti via, e i padroni di casa sfiorano il vantaggio al primo minuto con un tiro di Vaccarella che sfiora la traversa da buona posizione dopo una mischia in area. La partita è nervosa sin dall'inizio. Al 6' Cioffi rinvia un pallone innocuo su Ciullo e la sfera rotola beffarda in rete. E' 1-0 per il Santum Nicandrum e andriesi costretti ad inseguire. I ragazzi di mister Sinisi provano a reagire al 10' con Quacquarelli che arriva alla conclusione, ma il suo tiro viene parato dal portiere. Al 16' una nuova occasione per i locali che arrivano vicini alla porta difesa da Zingaro. Al 17' si fa male Trotta (forse anche per il mancato riscaldamento) costretto ad abbandonare il campo: al suo posto entra Marmo. Un minuto dopo è Caporale a sfiorare la traversa con un tiro dalla distanza. Al 32' Loconte ci prova su punizione, ma Fiotta respinge in angolo. Al 40' Sinisi prova a dare una scossa ai suoi: fuori Tota, dentro Zinni. Al 42' Quacquarelli prova a fare tutto da solo, ma ancora una volta Fiotta è attento. Nel finale, mischia nell'area del Santum Nicandrum, conclusione di Amorese respinta dalla difesa che allontana il pericolo dopo diversi rimpalli. Le squadre vanno al riposo sull'1-0. Un primo tempo nervoso si conclude con quattro ammoniti: Cioffi, Ciullo, Grillo e Tota.

Nella ripresa viene subito espulso Civita per qualche parola di troppo nei confronti dell'arbitro. La Nuova Andria si ritrova in 10 uomini. Al 10' arriva la seconda rete del Santum Nicandrum: la rete è firmata da Tomiri che si presenta tutto solo davanti a Zingaro. Gli andriesi non riescono a trovare l'equilibrio difensivo dopo l'espulsione e soffrono ancora. Al 13' arriva il terzo gol locale con Ciullo che viene favorito da un rimpallo sull'arbitro e si ritrova a tu per tu con il numero 1 andriese. La partita è sempre nervosa. Al 19', dopo alcuni screzi verbali precedenti dove Tomiri ha ripetutamente "sputato" Cioffi, si arriva al contatto fisico e parte una scena da "far west" che comprende entrambe le formazioni. Vengono espulsi Tomiri, Cioffi e Grillo, mentre dalla tribuna subentra in campo un uomo che interviene nella confusione e aggredisce Amorese. Lo stadio avrebbe dovuto essere a porte chiuse e la porta di accesso al campo ben chiusa. L'uomo in questione è riuscito ad entrare in campo (probabilmente aveva le chiavi). Dopo diversi minuti di confusione, le squadre si dirigono negli spogliatoi e il match viene concluso dall'arbitro anzitempo. Da segnalare la presenza allo stadio di un Commissario di Campo che avrebbe dovuto vigilare sull'intera situazione.

Al termine del match nessun commento è stato rilasciato dai protagonisti. Il risultato sul campo sino al 19' della ripresa è di 3-0 per i padroni di casa, ed ora si attendono novità dal Giudice Sportivo per squalifiche e quant'altro sarà ritenuto necessario. Il prossimo match degli andriesi sarà domenica 4 febbraio al Centro Sportivo "Fidelis" contro lo Stornarella Calcio.

TABELLINO

SANTUM NICANDRUM - NUOVA ANDRIA CALCIO 3-0

SANTUM NICANDRUM (4-4-2): Fiotta; Palumbo, Di Mauro, S. Vitulano, Lupoli; Tomiri, D’Apolito, De Fabritiis, Ciullo; Trotta (17' pt Marmo), Vaccarella.
A disposizione: G. Vitulano, Iaccarino, Prencipe, M. Gramazio.
Allenatore: Michele Iaccarino (squalificato Gravinese)

NUOVA ANDRIA CALCIO ( 4-3-2-1): Zingaro; Civita, Cioffi (cap.), Pasculli, Grillo (12' st Cafagna); Loconte, Tota (40' pt Zinni), Caporale; Amorese, Quacquarelli, Fiore.
A disposizione: Paparusso, Di Palma, Lamesta, Varola, Tesse.
Allenatore: Cosimo Sinisi

ARBITRO: Antonio Valente di Molfetta

NOTE
Reti: 6' pt Ciullo, 10' st Tomiri, 13' st Ciullo.
Ammoniti: Ciullo, Tota.
Espulsi: Civita, Grillo, Tomiri, Cioffi.

Lascia il tuo commento
commenti