Le dichiarazioni del tecnico della Fidelis Andria dopo il pareggio contro il Cosenza

Papagni post-Cosenza: «Gara combattuta. Prestazione che ci dà continuità»

Su Rada: «Contento che abbia lasciato con un gran goal. Sono orgoglioso di averlo allenato»

Calcio
Andria lunedì 29 gennaio 2018
di Antonio Ventola
Papagni in conferenza
Papagni in conferenza © Vincenzo Fasanella/Andrialive

Si cercava continuità di prestazioni, punti e autostima. Obiettivi minimi raggiunti per la Fidelis contro il Cosenza, che mette a referto un pareggio importante in chiave salvezza al termine di una gara difficile.

«È stata una partita ad alta intensità, da girone C di Serie C - ha confermato Papagni nel post partita - Le squadre non si sono risparmiate. Noi nel secondo tempo abbiamo cercato di segnare, così come loro. La prestazione è positiva ed incoraggiante per il futuro, dato che abbiamo trovato continuità dopo le buone gare contro Siracusa e Casertana. Sono contento del sostegno dei nostri tifosi che oggi erano più numerosi. Hanno compreso che questa è una squadra giovane e che ha bisogno di tutto il loro sostegno. Il rigore fischiato a Lattanzio? Da lontano non si ha la possibilità di dare un giudizio. Noi non abbiamo a disposizione la Var e quindi non vale la pena parlarne».

Parte Rada e arriva Lancini: «Ionut ha salutato i ragazzi spronando tutti noi a dare il massimo. Si sa che al di là delle scelte tecniche, quella nei suoi confronti è una scelta di un'altra natura. Sono contento che abbia lasciato con un grande goal contro una grande squadra. Sono stato onorato di averlo onorato anche se solo per poche gare. Ho visto un professionista, un uomo di 35 anni. È stato decisivo sia contro il Siracusa, sia contro la Casertana che contro il Cosenza, nonostante sapesse già di essere sul mercato. Lancini è un altro giovane che porta entusiasmo, cosa che ci serve tanto in questo girone di ritorno».

Infine un'ultima nota sul mercato e sul futuro prossimo della squadra: «Può succedere qualcosa, ma in linea di massima penso siano arrivati tanti giovani interessanti. Ora bisogna lavorare sul recupero di alcuni infortunati e crecere attraverso l'unità di tutte le componenti».

Ripresa degli allenamenti in vista di Catania fissata per domani pomeriggio.

Lascia il tuo commento
commenti