Il racconto del derby andriese

Il derby di Prima Categoria va alla Virtus: poker alla Nuova Andria

Finisce 1-4 al "Fidelis"

Calcio
Andria lunedì 19 febbraio 2018
di La Redazione
Nuova Andria - Virtus Andria
Nuova Andria - Virtus Andria © Nuova Andria

Una battaglia sotto tutti i punti di vista quella disputata al Centro Sportivo "Fidelis" tra Nuova Andria e Virtus Andria. Le due squadre sono in lotta per un posto nei playoff e sono divise soltanto da un punto con la formazione allenata da mister Sinisi a quota 29 e la Virtus a 28. Entrambe le compagini si schierano con il 4-3-2-1. Arbitra il sig. Losapio della Sezione di Molfetta.

Partita combattuta sin da subito con le squadre pronte a pungersi in ogni momento. La rete del vantaggio Virtus arriva al 12' con D'Ambrosio (già a segno all'andata) che trova la rete sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La Nuova Andria reagisce subito con due incursioni in area avversaria pericolose, ma senza mai arrivare alla conclusione. Al 24' Tesse prova la girata di testa su un calcio di punizione di Civita, ma la sfera termina a lato. Due minuti più tardi la Virtus trova il raddoppio con Troia A. abile a ribadire in rete un tiro respinto dalla traversa, e anche questa volta sugli sviluppi di un calcio da fermo. I ragazzi di mister Sinisi non ci stanno e provano a spingere. Al 35', e poi al 37', Loconte D. ci prova prima da fuori, e poi con un calcio di punizione, ma la palla termina fuori di non molto in entrambi i casi. La Nuova Andria effettua subito i primi cambi e passa al 4-3-3. I risultati si vedono sin da subito: al 41' Amorese viene atterrato in area da Simone in uscita, è calcio di rigore. Sempre Loconte D. si incarica della battuta e anche questa volta non sbaglia: 1-2 e partita riaperta dal mediano andriese (6° gol in campionato). Nel recupero D'Ambrosio conclude dall'interno dell'area ma Zingaro è attento e mette in angolo. Si torna negli spogliatoi.

Nella ripresa al 6' parte bene la Virtus con Gomez che di testa manca di poco lo specchio della porta. Girandola di cambi per entrambe le formazioni che non cambiano l'equilibrio stabilito in campo, tra la Nuova Andria alla ricerca del pareggio e la Virtus che prova a gestire per poi provare a chiudere i conti. Al 26' Loconte F. ci prova di testa da buona posizione, ma Zingaro esalta i suoi riflessi e para. Alla mezz'ora, poi, l'episodio che cambia la partita: Pasculli ferma al limite dell'area Conversano. Per l'arbitro è nuovamente ammonizione all'indirizzo del capitano andriese, costretto a lasciare il campo. Loconte F. trasforma la punizione e sigla la rete dell'1-3. La Nuova Andria, rimasta in 10 uomini, prova un acuto d'orgoglio, ma i ragazzi di Cavaliere amministrano bene e chiudono i conti nel recupero con la quarta rete di Loconte F., doppietta per lui. Triplice fischio e risultato finale 1-4. La Nuova Andria viene superata in classifica dalla Virtus, distante comunque soli 2 punti. La lotta per la zona playoff resta viva per i ragazzi di mister Sinisi, distaccati di sole 3 lunghezze. Prossimo match domenica 25 febbraio a Bisceglie contro la capolista Don Uva Calcio alle 15.

Terzo derby vinto tra campionato e Coppa Puglia dalla Virtus Andria che ha disputato una gara praticamente perfetta e ha tramortito i cugini della Nuova Andria sorpassandoli anche in classifica.

La squadra di Cavaliere è ora sesta in classifica a quota 31 punti insieme all’Atletico Orta Nova ad una sola distanza dalla zona playoff. Per la Nuova Andria una sconfitta che fa male ma non pregiudica il cammino verso una postazione playoff. Nella prossima gara la Virtus sarà impegnata in casa sul sintetico del “Fausto Coppi” di Ruvo di Puglia contro la Victrix Trinitapoli. La Nuova Andria invece giocherà a Bisceglie sul campo della capolista Don Uva.

A fine gara è soddisfatto il mister della Virtus Antonio Cavaliere che dichiara: «Sono orgoglioso del lavoro che stiamo facendo perché tutto ciò è frutto di una continuità di prestazioni, aldilà della soddisfazione di aver vinto il derby, sono contento del modo in cui stiamo giocando e di come approcciamo alle partite. I ragazzi hanno espresso alla grande il credo che io cerco di trasferire loro e ora abbiamo bisogno di continuità, credendo sempre in noi stessi e con la consapevolezza di essere una buona squadra”.

IL TABELLINO

NUOVA ANDRIA – VIRTUS ANDRIA 1-4

NUOVA ANDRIA Calcio, (4-3-2-1): Zingaro; Di Palma (38’ pt Varola), Caporale, Pasculli, Sgarra (26' st Fiore); Civita, Loconte D., Amorese; Montrone N. (38’ pt Zinni), Quacquarelli; Tesse (13' st Ibra).
A disposizione: Paparusso, Tota, Lamesta. All. Cosimo Sinisi (squalificato)
Allenatore: Michele Fasciano

VIRTUS ANDRIA (4-3-2-1): Simone; Addario S. (41' st Paradiso), Addario A. (9' st Abruzzese), Frezza, Troia A.; Pasquadibisceglie, Montrone S. (19' st Conversano), Taal; D’Ambrosio (21' st Troia F.), Loconte F.; Gomez.
A disposizione: Mancino, Floris, Nesta.
Allenatore: Antonio Cavaliere

ARBITRO: Vito Mattia Losapio della sezione di Molfetta

NOTE
Reti: 12’ pt D’Ambrosio (VA), 26’ pt Troia A. (VA), 43’ pt Loconte D. (NA), 33' st e 47' st Loconte F. (VA)
Ammoniti Sgarra, Pasculli (NA), Simone, Frezza, Taal, D’Ambrosio e Gomez (VA)
Espulsi: Pasculli (NA)

Lascia il tuo commento
commenti