La novità

Tagli alla Sicurezza: meno presidi di Polizia anche nella Bat

Preoccupazione da parte del Sindacato Autonomo di Polizia dopo le notizie giunte da Roma

Attualità
Andria sabato 01 marzo 2014
di la Redazione
Polizia Stradale
Polizia Stradale © Vincenzo Cassano

Non solo  scarsità di uomini e mezzi, ma a breve anche la Bat pagherà lo scotto di veder chiudere i presidi di Polizia, causa i tagli in atto al comparto sicurezza. Se Andria attende ancora di conoscere quando partiranno i lavori per la realizzazione della Questura sul rudere che sorge in via dell'Indipendenza, si addensano nubi sempre più minacciose sul comparto della Sicurezza nazionale.

Il Sindacato Autonomo di Polizia -il SAP- lancia l'allarme. La delegazione provinciale del primo sindacato di Polizia d'Italia, ha inviato una lettera ai Prefetti di Bari e di Barletta, al Questore di Bari, al Presidente della Regione e delle province di Bari e della Bat, nonchè al Sindaco di Bari, avente come tema quello della chiusura degli Uffici di Polizia nelle Province di Bari e BAT.

"Negli scorsi giorni -sottolinea il Segretatio provinciale, John Battista- il Dipartimento di P.S. ha avviato le procedure di consultazione relativa a un ampio progetto di “riorganizzazione dei presidi della Polizia di Stato” che di fatto comporta la soppressione di una serie di importanti Uffici di Polizia ubicati su tutto il territorio nazionale.
Tra questi, vari sono ubicati nel territorio di questa Regione e delle Province di Bari e BAT, e in particolare, per quanto riguarda il territorio di competenza di questa Segreteria Provinciale: la Sottosezione di Polizia Stradale di Barletta; la Squadra Nautica di Bari; la Squadra Sommozzatori di Bari.

"La chiusura di questi Uffici comporterà gravi conseguenze sotto il profilo della sicurezza dei cittadini ha proseguito Battista-. La Polizia Stradale di Barletta, infatti, ha competenza su un vasto territorio ed assicura una presenza indispensabile sia sul piano del controllo del territorio che su quello della
viabilità e del soccorso su strada, 24 ore su 24 in qualsiasi giorno dell’anno e con ogni condizione meteorologica. I risparmi previsti dalla sua soppressione potrebbero essere ugualmente conseguiti semplicemente spostandone gli uffici all’interno della struttura del Commissariato di Barletta. Ciò consentirebbe di eliminare una voce logistica di spesa senza cancellare un servizio così vitale.
La Squadra Nautica e la Squadra Sommozzatori svolgono parimenti un servizio irrinunciabile per la vigilanza e il controllo dei traffici marittimi e per la sicurezza della balneazione, risorse di grandissima importanza (sul piano commerciale, economico e turistico) per un territorio, qual è quello di Bari e BAT, che non può prescindere dal suo mare e dalle proprie coste".

"Queste squadre esistono -prosegue il SAP- , dispongono di mezzi efficienti e di personale altamente qualificato: un patrimonio di esperienze e capacità umane, operative e professionali che è inconcepibile sopprimere.
La riduzione degli investimenti nella Sicurezza non genera risparmi. Invece, contribuisce a peggiorare la qualità della vita della nostra Regione e nelle nostre Province e provoca incalcolabili danni economici e sociali, nella forma di un progressivo aumento della criminalità e di una drastica diminuzione degli investimenti commerciali e imprenditoriali.
"Il S.A.P. -conclude John Battista- chiede alle Istituzioni del territorio - di adoperarsi per dare ai cittadini ciò di cui hanno diritto: continuare ad avere la Polizia sul proprio territorio, sulle proprie strade, sulle proprie coste, a tutela e garanzia della propria sicurezza e della propria libertà.
 

Lascia il tuo commento
commenti