Come si ricorderà, a febbraio, scattava la misura cautelare restrittiva nell'inchiesta che vide coinvolti anche i vertici dell'Aimeri

Processo immediato per l’ex assessore Lotito per il filone Aimeri

Prima udienza fissata per il 10 luglio '14

Cronaca
Andria mercoledì 25 giugno 2014
di la redazione
aimeri ambiente
aimeri ambiente © n.c.

Processo immediato per l’ex Assessore all’Ambiente Francesco Lotito. La decisione di procedere con il rito abbreviato è stata presa dalla Procura della Repubblica di Trani. Il processo sui presunti illeciti attinenti l’appalto per la raccolta differenziata inizierà il prossimo 10 luglio.

All’ex assessore all’Ambiente, che affronterà l’udienza in stato di libertà, le accuse vanno dalla «turbata libertà del procedimento di scelta del contraente» e «concussione». La prima udienza, come da prassi, inizierà con le questioni preliminari per poi procedere all’apertura del dibattimento e all'ammissione delle prove.

Si ricorda che il 12 maggio scorso, il Gip di Trani ha provveduto alla scarcerazione dell’ex assessore all’Ambiente per il filone "Aimeri". Il Tribunale di Trani ha quindi accolto la tesi della difesa, sostenuta dall'avv. Domenico Di Terlizzi, secondo la quale non sussisterebbe il pericolo di fuga, l'inquinamento delle prove e la reiterazione del reato in merito agli asseriti capi di imputazione contro Francesco Lotito.

Come si ricorderà, a febbraio, scattava, nei confronti dell'ex assessore all'Ambiente del Comune di Andria la misura cautelare restrittiva nell'inchiesta che vide coinvolti anche i vertici dell'Aimeri, per alcune irregolarità in merito ad alcune questioni circa l'appalto nella città di Andria.

Intanto resta in piedi la vicenda “Clean City” stabilito che la Corte di Cassazione ha determinato la competenza territoriale del Tribunale Roma anziché quello di Monza.

Lascia il tuo commento
commenti