Il comunicato stampa

Convegno “Amianto Zero”, il dibattito tra gli esperti

Presentato ieri anche il bando provinciale che assegna contributi a privati per la rimozione di amianto dai propri immobili

Politica
Andria sabato 04 ottobre 2014
di la redazione
Convegno "Amianto Zero" presso la Sala Consiliare della Provincia Bat
Convegno "Amianto Zero" presso la Sala Consiliare della Provincia Bat © n.c.

Si è tenuto ieri presso la Sala Consiliare della Provincia il convegno “Amianto Zero”: l’incontro è stato un importante momento di confronto per esaminare le problematiche tecniche, sanitarie e legali collegate al tema dell’amianto.

«In questi cinque anni abbiamo fatto passi da gigante per le politiche ambientali. Il bando con cui concediamo contributi a privati per la rimozione di amianto dai propri immobili è la ciliegina sulla torta di un percorso virtuoso che ci ha visto sempre protagonisti».
Così il Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani, Francesco Ventola, nel presentare l’ultima iniziativa in materia di ambiente con protagonista la Provincia: un bando che mette a disposizione di soggetti privati ben 400mila euro per interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenti amianto presenti sul territorio.

«Potranno beneficiare del contributo i proprietari di un immobile sito nel nostro territorio, in regola con le disposizioni urbanistico-edilizie - ha aggiunto l’Assessore alle Risorse Naturali, Politiche Ambientali e Difesa del Suolo Gennaro Cefola -. Saranno ammissibili le spese sostenute per la bonifica eseguite esclusivamente da ditte autorizzate, nonché quelle relative ad operazioni di trasporto, conferimento e smaltimento presso impianto autorizzato, il tutto nel rispetto della normativa vigente e per un importo massimo di 5mila euro».

Il convegno ha registrato interventi autorevoli come quelli dell’Onorevole ed Avvocato Penalista Francesco Paolo Sisto, sull’evoluzione della normativa nazionale in materia di amianto, e di Vito Felice Uricchio (del Coordinamento della Segreteria Tecnica del Piano Regionale Amianto) sugli strumenti di pianificazione del modello regionale, mentre il Dirigente  del Settore “Ambiente, Rifiuti e Contenzioso” della Provincia, Vito Bruno, ha illustrato i contenuti del progetto provinciale “Amianto Zero” ed il Direttore di Spesal Asl Bt Ignazio Di Mauro ha evidenziato il ruolo e le funzioni dell’Autorità Sanitaria Locale.
Spazio, poi, anche alla presentazione del romanzo “Pane e Amianto”, scritto dal giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe Armenise.

«Abbiamo cominciato ad affrontare il problema dell’amianto poco dopo il nostro insediamento: era il 2010 e sottoscrivemmo con Legambiente il Protocollo d’Intesa “Eternit Free” per incentivare la aziende locali alla sostituzione di tetti in amianto con pannelli fotovoltaici - ha proseguito l’Assessore Cefola -. Con le iniziative “Ambientiamoci” e “Green Bat” abbiamo proseguito con la bonifica di vere e proprie discariche di amianto a cielo aperto lungo le strade del nostro territorio».

«Oggi, a pochi giorni dalla scadenza del nostro mandato elettorale, chiudiamo in bellezza con la pubblicazione del bando per concedere a privati un contributo economico finalizzato rimozione di amianto dai propri immobili - ha concluso il Presidente della Provincia Francesco Ventola -. Un’iniziativa rivolta alle famiglie, ai condomìni, agli alloggi popolari, in un territorio in cui, fino a cinque anni fa, non erano mai stati realizzati interventi pubblici per affrontare l’emergenza amianto».

Lascia il tuo commento
commenti