La novità

Bici elettriche vietate nelle zone pedonali: la Sindaca firma l'ordinanza

Le vie interessate sono: viale Crispi, via Regina Margherita e corso Cavour. Per i trasgressori previste sanzioni da 25 e 500 euro

Attualità
Andria mercoledì 31 marzo 2021
di la redazione
Bici elettriche
Bici elettriche © AndriaLive

È stata firmata ieri dalla Sindaca l'ordinanza 117 con la quale si istituisce il divieto di circolazione di tutti i velocipedi a pedalata assistita e a trazione elettrica su Viale Crispi, via Regina Margherita e corso Cavour.

Per i trasgressori sono previste sanzioni da 25 a 500 euro.

La Sindaca, Giovanna Bruno, ha così commentato:«È un primo passo. Siamo consapevoli della pericolosità di questi mezzi e della necessità che ci sia una regolamentazione estesa a livello nazionale, visto il problema diffuso.

Abbiamo recepito le tantissime segnalazioni pervenute, intervenendo con un divieto specifico. Proseguiremo su questa strada».

L'auspicio è che il provvedimento serva da deterrente per quanti mettono in pericolo la loro incolumità e quella degli altri.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mo Veng ha scritto il 01 aprile 2021 alle 08:07 :

    Certo...bene ha fatto il Sindaco a firmare l'ordinanza. Ma mi stupisce il fatto che questa riguardi solo la zona centrale della citta di Andria: Viale Crispi, via Regina Margherita e corso Cavour. Quindi mi sembra di capire che il problema sussista solo in queste vie. Per le altre vie della città invece c'è libertà di circolare senza nessun problema. Ma è possibile che nessuno si rende conto che questi pericolosi veicoli circolano dappertutto e non solo in Viale Crispi, Via Regina Margherita e Corso Cavour. Poi, scusate la curiosità...ma i controlli da chi saranno effettuati? Dai Vigili Urbani? E come li fermeranno con la paletta che usano per regolare il traffico? Poveri loro, diventeranno ancor di più lo zimbello di questi scellerati che si prenderanno gioco di loro. Penso proprio che ne Rispondi a Mo Veng

  • Vico ha scritto il 01 aprile 2021 alle 05:23 :

    A che servono i divieti se poi nessuno controlla il loro rispetto?? Rispondi a Vico

  • Andriese ha scritto il 31 marzo 2021 alle 17:56 :

    Benissimo!! Speriamo che i controlli ci siano e denunciare immediatamente chi circola con questi mezzi pericolosi dati a ragazzini inesperti e ragazzi irresponsabili. C'è poco da fare,se non ci sono regole tutto va alla deriva. Eppure sono mezzi che hanno un costo elevato e per di più dato a dei ragazzi, mi chiedo se poi ci si lamenta di non arrivare a fine mese,per i vizi e la strafottenza i soldi ci sono per eguagliarsi ad altri. Dispiace per chi veramente patisce per arrivare a fine mese con dignità in questo periodo di restrizioni. Rispondi a Andriese

  • Pendolare 1 ha scritto il 31 marzo 2021 alle 16:08 :

    Certo alzare un po' le sanzioni con segnalazione e se l'infrazione si ripete raddoppio, comunque se sono modificate sequestri del mezzo + le varie denunce all'autorità competente Rispondi a Pendolare 1

  • Bordon ha scritto il 31 marzo 2021 alle 15:51 :

    Bene era ora . Le multe però mi sembrano basse , non abbastanza deterrenti.Auspico un maggiore controllo, sia in queste vie ma anche in tutta Andria Rispondi a Bordon

  • Maria P. ha scritto il 31 marzo 2021 alle 14:37 :

    Le mazzate le vogliono i genitori prima dei figli. Rispondi a Maria P.

  • Marco ha scritto il 31 marzo 2021 alle 09:59 :

    Modificate da chi le vende per farle andare a 40 km orari. Bisogna agire alla base. Rispondi a Marco

  • ANDRIESE ha scritto il 31 marzo 2021 alle 09:48 :

    MULTA DA 500 A 1000 EURO CON SEQUESTRO DEL MEZZO PER UN MESE. SE DOVESSE RIPETERSI L'INFRAZIONE ENTRO 6 MESI,CONFISCA DEL MEZZO Rispondi a ANDRIESE

  • Guido Lavespa ha scritto il 31 marzo 2021 alle 08:10 :

    Era ora, grazie Sindaco, mi raccomando i controlli in queste aree, per ottenere i risultati prefissati, comunque sarebbe stato meglio la sanzione da 250 a 5000 euro. Per questa gentaglia 25 euro non sono nulla. Rispondi a Guido Lavespa

    Laura V. ha scritto il 31 marzo 2021 alle 21:00 :

    Durante la scorsa estate io e i miei figli abbiamo rischiato più volte di essere travolti da questi ragazzetti che si comportano come teppistelli. Bene l'ordinanza, anche se multe più dure sarebbero state un più efficace deterrente. Rispondi a Laura V.