Questa mattina la cerimonia

Inaugurato il parco Celeste nel quartiere San Valentino, il sogno si è avverato

La Dirigente Martinelli: «Si vuole lanciare alle nuove generazioni e alle loro famiglie un preciso messaggio: l’auspicio di un rinnovato impegno a condurre una vita improntata allo stupore per le meraviglie del creato»

Attualità
Andria giovedì 06 maggio 2021
di La Redazione
Inaugurato il parco Celeste nel quartiere San Valentino, il sogno si è avverato
Inaugurato il parco Celeste nel quartiere San Valentino, il sogno si è avverato © n.c.

«Oggi, proprio nella giornata in cui si festeggia San Domenico savio, il santo dei piccoli, ho partecipato con gioia all'inaugurazione del Parco Celeste, all'interno della scuola Giovanni XXIII, nel quartiere San Valentino.

Un percorso che la dirigente scolastica Celestina Martinelli ha portato avanti con caparbietà, unitamente al le famiglie, al corpo docente, ai collaboratori tutti.

Un arredo che racconta bellezza e allegria, uno spazio reso ancor più a misura di bambino, come vorremmo accadesse in tanti altri punti della città.

I canti e l'entusiasmo dei bambini hanno fatto da cornice ad una bella festa di comunità».

Così la Sindaca Giovanna Bruno ha commentato l'inaugurazione avvenuta questa mattina del parco Celeste presso la scuola dell’infanzia “Papa Giovanni XXIII” in via Castellana Grotte nel quartiere San Valentino. Presente anche il Vescovo, mons. Luigi Mansi, la Dirigente scolastica Celestina Martinelli e una rappresentanza, nel pieno rispetto delle norme anti-covid, dei bambini e delle famiglie del quartiere.

Il Progetto nasce nel dicembre 2018 quando nel Consiglio di Istituto si lanciò l’idea di realizzare un  parco giochi per i bambini del quartiere: l’Istituto Comprensivo “Imbriani-Salvemini” di Andria, in collaborazione con la Parrocchia di San Riccardo, organizzò un concerto natalizio con i piccoli coristi della scuola finalizzato alla raccolta fondi. Il contributo raccolto ammontava a € 1.180,00, un decimo della somma realmente occorrente per la realizzazione del Parco, ma un segnale forte per la gente del quartiere: ogni famiglia risulta così proprietaria di un piccolo pezzo di parco e ha tutto l’interesse a custodirlo e a proteggerlo da atti di vandalismo. Nei tre anni successivi, la scuola ha incrementato le risorse nella scheda finanziaria del progetto fino a disporre infine della somma sufficiente a realizzare il Parco Celeste, fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica per rafforzare negli abitanti il senso dell’appartenenza e del rispetto del bene comune e lasciare un segno tangibile nel territorio.

«Il Parco - commenta Celestina Martinelli, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Imbriani- Salvemini - richiama l’idea di gioco, di serenità, di sorriso, di spensieratezza, di movimento, di compagnia, proprio quelle sfaccettature della vita che ultimamente ci sono mancate. Tutti i bambini del popoloso quartiere trascorrono i tre anni della scuola dell’infanzia in questa struttura e avranno modo di fruire dei giochi sotto la diretta vigilanza del personale docente. Si vuole lanciare alle nuove generazioni e alle loro famiglie un preciso messaggio: l’auspicio di un rinnovato impegno, sin dai primi anni di vita, a condurre una vita improntata allo stupore per le meraviglie del creato, alla semplicità, al rispetto dell’ambiente, alla riscoperta del valore dell’amicizia e del senso civico».

Lascia il tuo commento
commenti