L'analisi

Turismo, anche quest'anno la nostra regione è la meta preferita di italiani e pugliesi

Le prenotazioni sono già al culmine, le temperature anche. Ci prepariamo, si spera in tutta sicurezza, a un’estate colma di eventi e spettatori estasiati dal “fascino meridionale” che ci è invidiato in ogni angolo del mondo

Attualità
Andria martedì 20 luglio 2021
di Gabriele Losappio
Turismo
Turismo © Michele Lorusso/AndriaLive

Come accade ormai ogni estate, il Sud apre le proprie porte a chi decide di trascorrere giorni o settimane in uno dei nostri luoghi di interesse. Le persone che si godono il meritato riposo optano molto spesso per la Puglia o la Calabria, per le loro bellissime spiagge, tradizioni culinarie, culturali e così via.

La situazione di incertezza legata alla pandemia ha rafforzato la scelta degli italiani di tendere verso mete nazionali. Tuttavia, sono molti i turisti che giungono dall’estero per assaporare le nostre bellezze. Un’indagine dell’Istat ha messo in luce una distinzione importante: per 6 individui su 10, tra chi vive al Centro-nord, la destinazione sarà in una regione diversa da quella di residenza mentre più della metà dei residenti al Sud, per coloro che hanno la possibilità di andare in vacanza, rimarrà nella regione di appartenenza. Restando in casa nostra, quest’anno le mete predilette dagli andriesi con le valigie in mano sono il Salento e la Calabria, quest’ultima preferita soprattutto dalle famiglie data la forte presenza di villaggi che garantiscono un ottimo rapporto qualità-prezzo in formule pensione completa o “all inclusive”. In fin dei conti, perché andar via quando il “paradiso estivo” è qui?

Ma Andria è da sempre anche meta di turismo storico-culturale: nonostante i vari problemi denunciati, Castel del Monte esercita un fascino immutato e immutabile, soprattutto per i turisti tedeschi che ritrovano un legame con la casata di Svevia: e poi un giro per Trani, dalla Cattedrale al porto, una tappa al Museo Jatta di Ruvo… insomma, la nostra terra è capace di raccontare la storia attraverso la sua pietra e la sua luminosità abbacinante.

Dalle Isole Tremiti a Ostuni, da Bisceglie a Lecce. Quest’anno la Puglia condivide con la Toscana un dato molto importante, ossia il terzo posto in classifica per numero di bandiere blu assegnate alle località rivierasche e ai porti turistici dalla Fondazione per l’Educazione Ambientale. Un aspetto che evidenzia in grassetto, ancora una volta, non solo l’aspetto estetico già rinomato dei nostri luoghi, ma soprattutto la qualità e la pulizia delle nostre acque.

Nonostante il periodo economicamente complesso, il 2021 può rappresentare un momento di svolta rispetto all’anno precedente, con la speranza che la campagna vaccinale continui a fare il suo corso. Inoltre fino al 31 dicembre del 2021 è possibile, per chi ne rispetta i requisiti, utilizzare il Bonus Vacanze. Una misura che può essere un aiuto importante per permettere, almeno per un po’, di evadere dalle nostre abitazioni.

Le prenotazioni sono già al culmine, le temperature anche. Ci prepariamo, si spera in tutta sicurezza, a un’estate colma di eventi e spettatori estasiati dal “fascino meridionale” che ci è invidiato in ogni angolo del mondo.

Lascia il tuo commento
commenti