L'evento

Festival del Trenocelle, presentata a Palazzo di Città la seconda edizione della kermesse

Dal 23 al 25 luglio degustazioni, visite guidate, show dimostrativi, mostra fotografica e racconti sulla storia del tipico gelato da passeggio

Attualità
Andria mercoledì 21 luglio 2021
di la redazione
La presentazione
La presentazione © n.c.

Illustrata questo pomeriggio a Palazzo di Città, nel Chiostro di San Francesco, la seconda edizione del Festival del Trenocelle, il tipico gelato da passeggio di Andria che si ispira ai tre campanili della città con all’esterno un cestino di cialda, ricoperto di cioccolato croccante, che custodisce gelosamente al suo interno, appunto, tre nocelle. Il Festival si terrà dal 23 al 25 luglio (apertura stand dalle 19.00), e a presentare il programma sono stati l’assessore alle Attività produttive, Cesareo Troia, il presidente della Confcommercio di Andria, Claudio Sinisi, Lidia Marinacci della Fipe-Confcommercio e Angela Ciciriello, presidente di ArtTurism che ha ricostruito la storia del gelato. Durante la conferenza stampa nel Chiostro sono intervenuti anche due esperti del settore a ricostruirne le origini rimanendo però sulle proprie posizioni: il Maestro pasticciere Peppino Miani sostenendo che l'atto di nascita del Tre Nocelle è del 1950 e Francesco Marinacci che invece sostiene che è nato nel 1954.

Sarà Piazza Catuma ad ospitare la tre giorni di degustazione del Trenocelle.

Rispetto alla prima edizione, quest’anno la kermesse cresce e si amplia e nel programma rientrano anche i racconti sulla storia del Trenocelle a cura di Angela Ciciriello, gli show dimostrativi, le visite guidate del centro storico di Andria, una mostra fotografica con gli scatti d’epoca custoditi da Michele De Lucia e le formule “cena qui” e “dormi qui”, ovvero la possibilità di cenare e soggiornare in strutture convenzionate.

«Questo del Tre Nocelle -ha detto in apertura l'assessore alle Attività Produttive, dott. Cesareo Troia – è un prodotto unico nel suo genere che va valorizzato e promosso soprattutto fuori del nostro territorio. Per questo invito gli operatori e le loro organizzazioni ad ottimizzare le intese e gli scambi che noi abbiamo promosso, come per la Ciliegia di Turi di cui abbiamo ospitato una presentazione in piazza Municipio nelle settimane scorse. Si può fare altrettanto con il Tre Nocelle a Turi ed in tutte le altre manifestazioni utili allo scopo. Non aspettiamo che vengano qui i potenziali consumatori. Noi dobbiamo aggredire il mercato ed impegnarci innovando l'approccio di consumo di un gelato artigianale che esprime storia, tradizioni, sacrificio nella preparazione, cura. Vi ringrazio per questa seconda edizione – ha concluso Troia - muoviamoci per il 2022 per promuovere il gelato lungo tutto il centro storico che così sarà una occasione ache di conoscenza della città vecchia».

«Anche quest’anno, nonostante la pandemia e le restrizioni, abbiamo voluto fortemente, insieme alla Fipe organizzare questo Festival perché per noi – ha detto Claudio Sinisi, presidente della Confcommercio di Andria - è un momento di promozione di un nostro piccolo tesoro della tradizione che vogliamo far conoscere. Abbiamo deciso di arricchire il programma della seconda edizione con il racconto della storia del Trenocelle e con la dimostrazione di come nasce il nostro gelato da passeggio perché siamo convinti che così possiamo provare anche a far girare la nostra economia: non a caso abbiamo creato questo sistema di convenzioni con attività di ristorazione e ricettive, proprio perché immaginiamo che chi viene a degustare il Trenocelle possa fermarsi più a lungo in città a tutto vantaggio di questo territorio e delle proprie potenzialità che sono davvero tante. Confermo pure che Confcommercio sarà sempre vicina alle iniziative di valorizzazione dei prodotti tipici volute dall'Amministrazione, a cominciare dal Tre Nocelle e continueremo a coinvolgere tutto il centro storico come ha segnalato lo stesso assessore Troia», ha concluso Sinisi.

Ringraziamenti e impegno a fare della edizione 2021 una edizione di successo anche nelle parole di Lidia Marinacci di Fipe-Confcommercio, mentre Angela Ciciriello, presidente di ArtTurismo, ha invitato l'Amministrazione a proseguire nella direzione di coinvolgere tutti gli attori dell'economia cittadina impegnati nei prodotti enogastronomici tipici.

Ultimo intervento quello di Pinuccio Pomo, giornalista, che ha dato alle stampe una pubblicazione chiamata “Pasticceria” che ripercorre alcune delle epoche cittadine del passato e delle tradizioni che, in fatto di dolci e gelati, le hanno contraddistinte.

Informazioni utili: 

  • Visite guidate a cura di ArtTurism dalle 18.30 alle 20.30 solo previa prenotazione al 392/6948919.

  • Attività di ristorazione convenzionate: “Turracciolo”, “Cinque Quarte”, “4chetta Fudd”, “Capolinea”, “Capomulino”, “Angolo 25”, “Birroteca”, “Soip Amaur” e “Toy Joi”.

  • Strutture ricettive convenzionate: “Borgo Murgia - Ospitalità e Museo”, “Cristal Palace”, “La Pineta B&B”, “Le Dimore Imperiali”, “B&B Palazzo Ducale” e “B&B Le mille e una Puglia”.

 

Lascia il tuo commento
commenti