Dal 15 ottobre al 30 novembre

In arrivo il luna park ad Andria: attrazioni per più di un mese in via Martiri di Belfiore

La scelta di dare il proprio assenso è stata dettata da una situazione epidemiologica in miglioramento rispetto a quella di un mese fa quando i contagi in città erano più alti

Attualità
Andria giovedì 14 ottobre 2021
di Michele Lorusso
Luna Park
Luna Park © n.c.

Come preannunciato qualche settimana fa, durante le polemiche che hanno caratterizzato la “festa patronale”, l’ente ha autorizzato l’installazione del luna park.

Così come richiesto dall’Agis il parco divertimenti sarà allestito dal 15 ottobre, per cominciare a funzionare dal giorno successivo sino al 30 novembre con smontaggio il 1 dicembre. Un periodo più lungo, quindi, rispetto a quello a cui si era abituati.

La zona prescelta sarà la stessa di sempre, ovvero, via Martiri di Belfiore.

La scelta di dare il proprio assenso è stata dettata da una situazione epidemiologica in miglioramento rispetto a quella di un mese fa quando i contagi in città erano più alti.

Ora, si spera, che il tutto si svolga nel rispetto delle norme anticontagio per evitare un nuovo aumento di contagi.

L'Assessore al ramo, Cesareo Troia, da noi contattato ha dichiarato: «abbiamo deciso di mantenere fede alle promesse fatte durante gli incontri con gli operatori del settore. Infatti, in tale sede avevamo detto ai giostrai che avrebbero recuperato non appena i contagi sarebbero diminuiti, e così è stato». 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rossella Selvarolo ha scritto ieri alle 06:32 :

    Rispetto per i giostrai...e per chi abita nel circondario della via prescelta? Perché non destinare altra zona più periferica all'insediamento del Luna Park? In tal modo nessuno verrebbe penalizzato dai rumori assordanti e dalla sporcizia residua... Gli addetti al ramo ignorano cosa significa vivere con le giostre in azione nei pressi della propria casa... Non parliamo, poi, dei rischi di contagio ...giostrai e utenti dovranno essere in possesso del Green Pass? Rispondi a Rossella Selvarolo

  • Vincenzo Inchingolo ha scritto ieri alle 05:57 :

    Iniziativa e articolo incommentabile. Sembra che Andria sia amministrata da struzzi con la testa nella sabbia quando il problema non lo si vuole affrontare e poi improvvisamente escono fuori pensando di mettere delle pezze a colore e dare contentini che non servono a nulla quando quello che si doveva fare è già passato. Ma chi volete che vada sulle giostre con il freddo e la stagione invernale ormai avviata ? Ma sciatavinn sciat ........... Rispondi a Vincenzo Inchingolo

  • T.A. ha scritto ieri alle 04:39 :

    .....senza parole Rispondi a T.A.

  • Andriese ha scritto il 14 ottobre 2021 alle 12:46 :

    Manca coerenza...il virus in calo ?!? Speriamo!! Però nelle scuole continuano le quarantene portate da casa o tra amici, poi publicizzate una terza dose di vaccino ai fragili, mentre la frequentazione delle giostre e con il freddo è possibile per un calo del virus. Ci aspettiamo poi, in prossimità delle feste natalizie, il divieto alle iniziative varie a causa del virus. Rispondi a Andriese

  • Tania di muro ha scritto il 14 ottobre 2021 alle 12:15 :

    Ohhhh un mese di vandalismo e di cartacce x terra.bellisssm.almeno che ci fosse qualcuno a multare gli incivili,così i soldi spesi x tenere le giostre un mese,li recuperano!!!......e magari,si riparano i buchi xble strade Rispondi a Tania di muro

  • unandriesescocciato ha scritto il 14 ottobre 2021 alle 10:41 :

    ancora San Riccardo e le giostre ??? .... possibile che non ci siano altri argomenti ..... Rispondi a unandriesescocciato

  • Marilena ha scritto il 14 ottobre 2021 alle 07:47 :

    Bisognerebbe avere coerenza! Se era rischioso per la nostra salute in occasione della festa patronale ora non lo è più? E non per 3 giorni... 1 mese.. Complimenti! Rispondi a Marilena

    Maria P. ha scritto il 14 ottobre 2021 alle 11:22 :

    La coerenza sarebbe quella cosa per cui non si può cambiarem opinione? Magari sulla base di nuovi dati e nuove situazioni. Rispondi a Maria P.